scarica l'app
MENU
Chiudi
08/09/2020

Nuovo amministratore per la farmacia «Bando da riscrivere»

Gazzetta di Mantova - Vincenzo Corrado

Il Comune pubblica il testo e le tre opposizioni attaccano: «Così non si individua un vero manager, Morselli ci ascolti» san giorgio bigarello Non solo controlli alle auto e multe Ecco tutte le attività sul territorio polizia locale mantova nord
san giorgio bigarelloNon c'è pace per la farmacia comunale di Mottella. E lo scontro politico tra maggioranza e opposizione si fa sempre più aspro. Movimento cinque stelle, Potere al Popolo e la civica di centrodestra Obiettivo Comune attaccano frontalmente l'amministrazione Morselli e chiedono una riunione urgente dei capigruppo alla presenza proprio del sindaco.Pochi giorni fa è stato pubblicato il bando per l'assunzione del nuovo amministratore unico della San Giorgio servizi, la società attraverso cui il Comune controlla la struttura di piazza Madre Teresa di Calcutta, dopo che Simona Marini ha rassegnato le proprie dimissioni con decorrenza 1 ottobre. «Questo bando è totalmente inutile - commenta Giuliano Guastalla di Obiettivo Comune - perché al nuovo amministratore non vengono richieste le competenze necessarie a gestire una situazione come quella della farmacia, per la quale il Comune si è indebitato e che fino ad oggi è un fallimento dal punto di vista economico. Al nuovo amministratore sarà sufficiente avere un'esperienza triennale nel campo in cui dovrà operare: ma davvero qualcuno crede che basti così poco per risollevare un'azienda in sofferenza?». Anche Pierluigi Luisi di PaP esprime forte preoccupazione per la condotta di sindaco e giunta: «Il rinnovo del vertice della San Giorgio servizi era un atto doveroso, se il precedente amministratore unico non si fosse dimesso eravamo pronti a chiedere la sua rimozione - dice il capogruppo consigliare - Il cambio della guida della società partecipata al 100% dal Comune però non è sufficiente. Il bando predisposto dall'amministrazione non ci convince: i requisiti sono eccessivamente blandi, avremmo preferito una maggiore selettività. Per evitare il ripetersi delle criticità dell'ultimo anno (incapacità a relazionarsi con il sindacato dei lavoratori e presentazione di piani industriali non convincenti) è necessario un maggiore controllo e intervento da parte del Comune. Per questo chiediamo la trasformazione dalla San Giorgio servizi da srl a società speciale di diritto pubblico». Intanto il consigliere grillino Paolo Bordini ha chiesto una riunione urgente dei capigruppo per discutere della farmacia: se l'incontro andrà a vuoto, le opposizioni inoltreranno la richiesta per un consiglio comunale ad hoc. --Vincenzo Corrado© RIPRODUZIONE RISERVATA