scarica l'app
MENU
Chiudi
06/06/2019

Nuovi parcheggi alla Mediopadana Ribasso anomalo il bando è sospeso

Gazzetta di Reggio - Luciano Salsi

La Paeco srl di Matera ha ridotto il prezzo di base del 35% Al secondo posto si è classificata la coop "Cfc" di Reggio lavori a bassa velocità
Luciano Salsireggio emilia. Non è definitiva l'aggiudicazione della gara per il parcheggio della stazione Mediopadana, i cui lavori dovrebbero avere inizio in luglio e concludersi nel giro di quattordici o quindici mesi. Nella graduatoria provvisoria compilata dalla commissione il primo posto è occupato dalla srl Paeco di Garaguso, in provincia di Matera, ma sulla base di un ribasso dell'offerta economica del 35,053%. Una diminuzione così vistosa è considerata anomala, secondo la normativa degli appalti, e quindi è soggetta a revisione con la possibilità di retrocedere la ditta vincitrice. La Paeco sarà chiamata a documentare e giustificare la sua offerta. Se le sue spiegazioni non fossero convincenti le subentrerebbe la seconda classificata, che è la cooperativa Cfc (Consorzio fra costruttori) con sede a Reggio in via Pansa, 55/I.La gara era stata indetta dal Comune con la formula dell'offerta economicamente più vantaggiosa per un importo complessivo, Iva esclusa, di quasi tre milioni (2.915.439,49 euro), compresi 69mila euro di oneri per la sicurezza non soggetti a ribasso. Il nuovo parcheggio, suddiviso in due aree distinte, comprenderà circa 430 posti auto di cui circa 30 per disabili. Vi sarà realizzata una rotonda di accesso con modifica della viabilità tramite la suddivisione dei percorsi pubblici da quelli privati. Saranno costruite vasche e canalizzazioni per la raccolta e lo smaltimento delle acque. Le infrastrutture elettriche e la rete dati saranno riordinate e completate e la dotazione di verde sarà arricchita con la messa a dimora di piante e arbusti.Al bando di gara hanno risposto undici concorrenti, cinque dei quali non sono stati ammessi. La Paeco ha fatto l'offerta economica più vantaggiosa con un punteggio totale di 68 centesimi, di cui 43 su 75 per l'offerta tecnica, 5 per l'anticipo di tempo di 30 giorni sui 270 previsti e 20 punti su 20 per l'offerta economica con il ribasso del 35% e un costo della manodopera di 689mila euro. La Cfc, seconda classificata, ha ottenuto un totale di 52,520 punti su 100. Per l'offerta tecnica ha superato la vincitrice, ma il suo ribasso d'asta s'è fermato al 9,216%. Al terzo posto troviamo l'associazione temporanea di imprese guidata dalla società Sicrea Group, nata dalle ceneri delle cooperative edili Muratori Reggiolo, Orion e la modenese Cdc.Seguono poi, nell'ordine, il consorzio cooperativo Cme di Modena, Preve costruzioni di Roccavione (Cuneo) e, sesta, l'Ati Pro Service costruzioni srl di Modena con Nonsoloverde e Bettati Engineering di Reggio. -- BY NC ND ALCUNI DIRITTI RISERVATI