MENU
Chiudi
09/12/2018

Nuovi indagati a Fuscaldo per l ‘ inchiesta ” Merlino “

Gazzetta del Sud

S ' allarga l ' indagine sui presunti casi di corruzione in municipio
Oltre a dipendenti pure un assessore di Cetraro
Mirella Molinaro F USCA L D O Spuntano nuovi indagati nell ' i nchiesta " Merlino " della Procura di Paola che ha travolto l ' a m m i n istrazione comunale di Fuscaldo. Infatti, non si ferma l ' attività del procuratore capo Pierpaolo Bruni che ha chiesto una proroga delle indagini e ha iscritto nel registro degli indagati altre persone. Si tratta degli impiegati al Comune di Fuscaldo Rossana Cupolillo, Antonio Lo Gullo e Nella Ramundo, l ' ingegnere Sabrina Vommaro Marincola e l ' assessore comunale di Cetraro Gabriella Luciani. Il nuovo tassello dell ' inchiest a emerge proprio dai provvedimenti che sono stati notificati, in questi giorni, agli avvocati degli indagat i. L ' impiegata Cupolillo è coinvolta per presunte violazioni e per falsità ideologica commessa da pubblico ufficiale; così come a Lo Gullo, a Nella Ramundo e all ' ingegnere Marincola. Mentre all ' assessore del Comune di Cetraro viene contestata la corruzione tra privati. La maxi inchiesta coinvolse sin dall ' inizio il sindaco Gianfranco Ramundo, ma anche il vicesindaco Paolo Cavaliere, l ' assessore Ercole Paolo Fuscaldo, il funzionario Michele Fernandez, il professionista Sergio Gioia, l ' imprenditore Gianfranco Mirabelli, gli imprenditori Giovanni Risuleo, Francesco Caputo e altri. Le indagini hanno messo in luce un collaudato sistema correttivo e di collusione con il quale venivano gestiti appalti e lavori pu b b l i c i . I reati contestati sono corruzione, tentata concussione, indebita induzione a dare o a promettere, peculato, falso ideologico e turbative di gare pubbliche e di procedimenti di scelta dei contraenti della pubblica amministrazione. In sostanza, per ogni gara pubblica e di procedimento di scelta del contraente, gli investigatori hanno ricostruito gli accordi clandestini e le collusioni fra i «soggetti pubblici e privati, nonché i mezzi fraudolenti utilizzati per assegnare illecitamente i lavori ed i servizi da parte dei Comuni, in violazione alle norme contenute nel codice degli appalti e altre che regolamentano l ' esercizio della funzione pubblica». Diversi gli appalti e gli affidamenti diretti finiti al centro dell ' indagine. Come quello per gestione del depuratore comunale di Fuscaldo (per un valore di oltre un milione di euro), l ' a g g i u d icazione dei lavori di ripristino del lungomare (altri 236mila euro) e la gestione della raccolta, trasporto e conferimento in discarica dei rifiuti (4milioni di euro). Un capitolo a parte riguarda i lavori per completare il sagrato della chiesetta di San Domenico a Cosenza per i quali è venuto fuori un forte sistema di collisioni. A parere dei rappresentanti della pubblica accusa quell ' a ppalto è stato affidato a Mirabelli in modo illecito dal responsabile del procedimento che era appunto Fernandez e quest ' ultimo in cambio avrebbe preteso che venisse assunto nella ditta di Mirabelli un suo amico.

Foto: Palazzo nella bufera Ormai da mesi non c ' è pace per il municipio di Fuscaldo

Richiedi una prova gratuita

Compila il form per ricevere gratis e senza impegno tutte le gare profilate per il tuo settore