scarica l'app
MENU
Chiudi
02/07/2019

Nuovi asfalti in città, via alla prima gara

Il Centro

Previsti interventi in varie strade, a cominciare da quelle del centro storico, e sui ponti San Gabriele e San Francesco
di Gennaro Della Monica TERAMO Il Comune stinge i tempi per il rifacimento degli asfalti, intervento quanto mai atteso per le pessime condizioni delle strade in città. È fissato al 22 luglio il termine per l'individuazione della ditta che sarà incaricata dei lavori. Lo stabilisce la determina dirigenziale che fa partire la gara d'appalto con una procedura accelerata. Le offerte andranno presentate, infatti, tramite la piattaforma telematica attivata dal consiglio regionale e utilizzata dall'amministrazione comunale attraverso il proprio sito internet. Nel giro di venti giorni, dunque, l'appalto sarà chiuso. Per il 22 infatti è stata fissata sia la scadenza per la partecipazione, con caricamento sul portale internet entro le 9 della documentazione richiesta, che l'aggiudicazione al miglior offerente, prevista per le 11. La gara, al massimo ribasso, ha come riferimento economico il costo a base d'asta indicato in poco meno di 572mila euro. E' questa la cifra che sarà investita nei lavori da realizzare secondo lo schema messo a punto dall'amministrazione. Gli interventi saranno concentrati, in particolare, sul centro storico e su alcuni tratti delle principali strade limitrofe. Priorità è stata riservata a ponte San Gabriele, il cui manto è ridotto ai minimi termini, ma sono previsti interventi anche su ponte San Francesco. Lungo le principali direttrici del traffico saranno sistemati tratti stradali in via Crucioli, via De Gasperi, via Po, con l'aggiunta di viale Cavour. L'amministrazione punta comunque ad allungare l'elenco delle aree da sottoporre a riasfaltatura utilizzando la somma che deriverà dal ribasso d'asta con cui intervenire anche alla Cona, Fonte Baiano e Villa Pavone. Un ulteriore stralcio, con somme ancora da impegnare, verrebbe poi dedicato alle frazioni. «In questa fase ci siamo concentrati sul centro storico e sulle principali emergenze», sottolinea l'assessore alle manutenzioni Valdo Di Bonaventura , «si tratta di un primo passo a cui se ne aggiungeranno altri nell'intento di avviare un processo costante e adeguatamente finanziato di ripristino della percorribilità delle strade più rovinate». Per il momento la somma impegnata per l'appalto appena partito non è da capogiro. «Abbiamo investito complessivamente 800mila euro, tra spese per l'Iva e gli oneri di sicurezza che si sommano al costo vivo dei lavori», tiene a precisare Di Bonaventura, «mantenendo l'impegno preso con i cittadini, nonostante la procedura sia stata ritardata dal varo del decreto sblocca cantieri». La gara, a detta dell'assessore, poteva essere avviata anche prima, se l'amministrazione comunale non avesse dovuto attendere il varo delle nuove disposizioni governative riferite al codice degli appalti. ©RIPRODUZIONE RISERVATA

Foto: L'assessore alle manutenzioni Valdo Di Bonaventura