scarica l'app
MENU
Chiudi
17/10/2020

Nuove imprese e turismo Il Gal premia i giovani

Eco di Bergamo

Nuovi bandi per una crescita costante tra Valle Seriana, Valle Cavallina e i laghi bergamaschi, puntando sull'imprenditoria giovanile per difendere e valorizzare le attività tradizionali, rilanciando un turismo al passo con i tempi. Sono tre i bandi presentati nell'auditorium «Mario e Benvenuto Cuminetti» di Albino dal Gal Valle Seriana e dei laghi Bergamaschi durante l'incontro «Nuove risorse e bandi a sostegno del territorio» con la partecipazione dell'assessore all'Agricoltura, Alimentazione e Sistemi verdi di Regione Lombardia, Fabio Rolfi. Nel corso della mattinata il presidente del Gal Alex Borlini e il suo vice Luigi Bettoli hanno presentato i 3 nuovi bandi, pubblicati sul sito del Gal.

Negli ultimi anni l'ente ha erogato più di 5 milioni di euro: i tre nuovi bandi hanno un valore di 3 milioni di euro per i quali è arrivato l'impegno a finanziarli da parte dello stesso assessore. «L'agricoltura viene presentata come un fenomeno vecchio, mentre da noi è fatta da tantissimi ragazzi che si stanno mettendo in gioco - ha spiegato Rolfi -: nel prossimo bando il premio giovani lo porteremo da 30 a 50 mila euro. Nel 2019 abbiamo avuto più di un'azienda giovane nata al giorno, la sfida è quella che si mantenga nel tempo. L'agricoltura non è solo produzione per il mercato, bisogna valorizzarla legandola al turismo, all'artigianato, alla ruralità e alle valenze paesaggistiche».

Il primo bando è dedicato all'avviamento alla professione, con l'erogazione di un premio forfettario del valore di 30 mila euro per l'avvio dell'attività, (scadenza il 15 febbraio 2021). Sono previsti poi incentivi per lo sviluppo di servizi in favore di soggetti della popolazione rurale, finalizzati all'ambito sanitario, socioassistenziale, culturale, ricreativo e ambientale, che prevede un contributo tra i 10 mila e i 200 mila euro (domande fino al 15 dicembre). L'ultimo bando prevede degli incentivi per lo sviluppo di infrastrutture e di servizi turistici locali per la creazione di punti informativi, aree ricreative e di servizio e percorsi capaci di valorizzare le produzioni agroalimentari di qualità, oltre alla promozione e commercializzazione dei servizi turistici anche mediante lo sviluppo di sistemi informatici: qui il contributo va da 20 mila a 200 mila euro, la scadenza è il prossimo 18 gennaio.

Al termine del convegno i rappresentanti del Gal e l'assessore regionale si sono spostati in Valle Gandino per osservare da vicino alcune realtà del territorio, come Torri Lana 1875 e l'azienda agricola Savoldelli di Gandino. l'azienda agricola Agrigal e Alberti di Leffe. • Simone Masper