scarica l'app Telemat
MENU
Chiudi
24/03/2021

Nuova vita per il polo scolastico con un auditorium e una piazza

Eco di Bergamo - emanuele casali

Seriate Rigenerazione urbana: il Comune partecipa al bando regionale Obiettivo: ottenere 500 mila euro per realizzare polo musicale e agorà
«Se Regione Lombardia, come prevede il bando "Interventi finalizzati all'avvio di processi di rigenerazione urbana", assegna al Comune di Seriate 500 mila euro, altri 500 mila ce li mette il Comune stesso, e con un milione di euro creiamo una cartolina nuova, dinamica e vivace, nell'area del polo scolastico dell'Istituto comprensivo Aldo Moro, nel quartiere Primavera, in centro città».

Si entusiasma il sindaco di Seriate Cristian Vezzoli nell'illustrare la nuova proposta urbanistica, appena approvata dalla Giunta, di partecipare al bando regionale con il progetto denominato «Riqualificazione e ristrutturazione del polo scolastico Moro con ampliamento, superamento delle barriere architettoniche e formazione di spazi aperti e di relazione».

Fra i requisiti di adesione serve un atto ufficiale di approvazione e la specifica della copertura finanziaria relativa alla spesa preventiva di progetto. Che in sintesi si compone di due step: la costruzione ex novo di un auditorium, la creazione ex novo di un'agorà pubblica. Precisa il sindaco: «L'Istituto Aldo Moro ha una sezione musicale molto richiesta dagli studenti dove si apprende la conoscenza e l'uso di vari strumenti musicali (pianoforte, flauto traverso, chitarra, clarinetto, percussioni). Sulla base di questo filone proponiamo di costruire un auditorium per lezioni musicali, concerti, saggi di fine anno, ma sarà utilizzabile anche per altre manifestazioni e da soggetti diversi dalla scuola. Avrà una capienza di 220 posti». E l'agorà: un'area di libero accesso da parte dei cittadini, attrezzata con appropriato arredo urbano; uno spazio aperto, una piazza, in un ambito cittadino molto popolato come il quartiere Primavera. Sorgerà nell'area occupata da un obsoleto campo da pallacanestro e sarà proprio in fregio al frequentatissimo corso Roma. Aggiunge il sindaco: «Il progetto che candidiamo in Regione fa parte di una più ampia ristrutturazione del polo scolastico e ha l'obiettivo di riqualificare e rigenerare il contesto urbano in cui è inserito, caratterizzandolo con sistemi di polifunzionalità e di uno spazio pubblico. È una rigenerazione del vissuto, una riqualificazione urbanistica del quartiere e della città».

Regione Lombardia ha tempo 90 giorni, dal 12 marzo a metà giugno, per decidere quali progetti ammettere al contributo del bando di rigenerazione urbana che ha una dotazione di 100 milioni di euro: 40 milioni per l'anno 2021, 60 per il 2022, finalizzati alla realizzazione di interventi pubblici in aree o immobili di proprietà pubblica e di pubblico interesse, volti all'avvio di processi di rigenerazione urbana, nonché quale azione di incentivo agli investimenti per la ripresa economica. L'assegnazione massima è di 500 mila euro. Ricevuta la comunicazione di ammissione al contributo, il Comune approva il progetto esecutivo e comincia i lavori che devono essere completati entro novembre 2022. Il sindaco ci crede: «Aspettiamo con fiducia l'esito della partecipazione al bando regionale, perché con quei contributi potremo dare alla città due servizi nuovi molto richiesti: un polo musicale e una piazza pubblica».