scarica l'app Telemat
MENU
Chiudi
01/04/2021

Nuova rotatoria, via libera al bando

Il Messaggero

L'OPERA SARÀ REALIZZATA LUNGO LA CASILINA ALL'ALTEZZA DELL'INCROCIO PER PONTEGRANDE
FERENTINO
Via libera dell'amministrazione comunale di Ferentino al bando per i lavori per la realizzazione della nuova rotatoria sulla via Casilina all'altezza dell'incrocio per Pontegrande teatro di gravi incidenti anche mortale l'ultimo dei quali qualche mese fa ha visto perdere la vita una ragazzina di 9 anni di Anagni. Si tratta di lavori per 1,6 milioni di euro possibili grazie ad un finanziamento regionale di circa 600.000 euro ai quali il comune ha aggiunto un milione di euro di mutuo. La nuova opera non comprende solo la rotatoria ma anche un asse stradale di collegamento tra la via Casilina e la popolosa zona Tofe e la sistemazione idraulica del fosso Pontegrande che nei casi di piogge abbondanti vede allagarsi l'omonimo quartiere. La rotatoria è attesa da anni, ma ci sono stati ritardi nell'avvio dei lavori a causa di ricorsi di proprietari dei terreni durante gli espropri. Ora però è tutto pronto e come ha annunciato il sindaco Antonio Pompeo Ferentino avrà una nuova rotatoria che garantirà sicurezza, una migliore viabilità, nuovi collegamenti con la periferia. Due anni fa l'opera sembrava potessi realizzare, erano pronti 600.000 euro ma i ricorsi hanno rallentato l'iter.
Nel frattempo il comune ha anche avviato il bando per il primo lotto dei lavori per ampliare il cimitero Pareti. Verranno realizzati 1450 nuovi loculi che saranno realizzati dal comune tramite un bando pubblico. Il comune ha abbandonato l'idea del project financing ma la ditta che aveva vinto il bando ha fatto ricorso al Tar del Lazio contro la decisione del comune che ora vuole eseguire i lavori per proprio conto. Da una prima stima il comune dovrebbe incassare, a lavori terminati, circa 400.000 euro. I loculi vengono venduti su carta al costo di 2300 euro ciascuno. Chi aveva già prenotato i loculi del project financing non perderà nulla, ma ora avrà rapporti con il comune.
Poi c'è la vendita delle quote delle società Farmacie Srl pari al 521% e che comprende le sedi del Giardino e di Sant'Agata e le rispettive licenze. Dopo l'asta andata a vuoto si punta al diritto di prelazione con l'attuale socio privato. Infine in un clima distensivo tra maggioranza ed opposizione, ieri si è svolto il consiglio comunale. Tra i punti piu' importanti approvati la concessione decennale per l'estrazione dell'argilla alla Saxa di Anagni presso la cava Sigillo. Ora si attende l'inaugurazione dell'isola ecologica in località Forma Coperta-Bagni Roana e del centro di raccolta in località Alfonso Bartoli, pieno centro storico.
Em. Pap.