scarica l'app Telemat
MENU
Chiudi
24/11/2020

Nuova palestra a scuola Gara d’appalto conclusa

L'Arena di Verona

L'attesa per la costruzione della palestra del polo scolastico di Buttapietra è finita. Gli uffici municipali, in seguito ad una gara d'appalto gestita dalla centrale unica di committenza che vede il Comune buttapietrino unito a quelli di Nogara, Sorgà, Gazzo e Grezzana, ha infatti aggiudicato i lavori in via definitiva. A svolgerli sarà La fenice group srl di Larino, provincia di Campobasso, in veste di capofila di un raggruppamento temporaneo di imprese comprendente anche la Controlsecurity Sistemi di sicurezza srl di Roma.Stimo parlando di un'operazione dal valore di un milione 150mila euro circa, a cui va aggiunta l'Iva al 10 per cento. Adesso bisognerà attendere il tempo necessario per l'eventuale presentazione di ricorsi. Se tutto va come previsto, però, già a metà dicembre sarà possibile procedere alla stipula del contratto. L'obiettivo, infatti, è quello di arrivare all'apertura del cantiere all'inizio del 2021.Poi, secondo quanto prevede l'appalto, l'azienda vincitrice della gara avrà 300 giorni per completare la costruzione dell'edificio che potrà essere disponibile, anche se probabilmente non dall'inizio, per il prossimo anno scolastico. Si tratta di un impianto costituito da un campo da gioco utilizzabile per le varie attività sportive di squadra che normalmente si effettuano al coperto, come pallavolo, basket, calcetto o pallamano, e da una gradinata, oltre che dagli spogliatoi e gli altri spazi necessari in strutture nelle quali si svolgono attività motorie e sportive. La realizzazione della palestra era uno degli obiettivi dell'amministrazione comunale.«Siamo contenti di essere arrivati a questo punto, visto che la procedura dell'appalto è stata lunga e complessa, a causa sia del considerevole numero di partecipanti che dei rallentamenti causati dal lockdown», afferma Sara Moretto, la sindaca. Ora si augura che tutto vada avanti secondo il programma. L'assenza della palestra, utilizzabile anche dalle società sportive, aveva reso necessario ricorrere a soluzioni alternative per quanto riguarda le attività didattiche. Il polo scolastico, infatti, dal 2009 ospita la scuola primaria e dal 2011 anche le medie. Se per la prima si è sopperito usando una sala motricità, per le seconde, quando non era possibile fare educazione fisica all'aperto, è stato invece necessario portare gli studenti nel vicino istituto superiore Stefani-Bentegodi o nella palestra delle vecchie medie.