MENU
Chiudi
27/11/2018

Nuova palestra a San Giorgio, assegnato l ‘appalto

Giornale di Seregno

PRIMARIA TAGLIABUE La tanto attesa opera è stata aggiudicata in via provvisoria all'unica impresa che ha presentato un'offerta: entro fine anno l' affidamento definitivo
Cantieri a inizio 2019: salvo ulteriori intoppi, la struttura (in forte ritardo) sarà pronta per l'inizio del prossimo anno scolastico
DESIO (mls) La gara è stata aggiudicata in via provvisoria, se le verifiche sull'impresa vincitrice saranno positive, potrà finalmente decollare la realizzazione della nuova palestra della scuola Tagliabue. Un'opera molto attesa nel quartiere San Giorgio, considerato che dallo scorso anno, quando è stata demolita quella vecchia degli anni Settanta, gli alunni sono senza palestra e sono costretti ad andare in trasferta alle Pertini per le lezioni di educazione fisica, e che, secondo la tempistica tracciata due anni fa dall'Amministrazione, quando venne lanciato il progetto, doveva già essere pronta per l'inizio dell'anno scolastico 2018/2019. Ma durante l'iter di progettazione e bando si sono registrati dei forti ritardi che hanno portato ad indire la gara solamente lo scorso luglio. Entro i termini è arrivata in Comune solo un'offerta, quella della impresa «OE Esteel srl» di Roma, che ha proposto un ribasso del 21% sull'importo d'asta dei lavori di circa 1.177.344 euro. La commissione ha giudicato valida l'offerta e nei giorni scorsi si è provveduto all'assegnazione dell'appalto in via provvisoria. Adesso si apre il periodo di verifica dei requisiti generali dell'azienda, previsti dalle vigenti normative sugli appalti: se non ci saranno intoppi entro fine anno si potrà procedere con l'aggiudicazione definitiva dell'opera. La partenza del cantiere verosimilmente avverà nei primi mesi Il rendering mostra come sarà la nuova palestra del nuovo anno e si protrarranno per circa 6 mesi, come previsto dal bando. Rispetto a quella vecchia, la nuova palestra, pensata anche per l'utilizzo extrascolastico dalle associazioni sportive del quartiere di San Giorgio (che avranno un accesso indipendente, rispetto al corridoio diretto con la scuola per gli alunni) sarà più grande e ruotata di novanta gradi. Più ampia, confortevole, modulata in modo da ospitare anche riunioni ed eventi ludici oltre che sportivi, ma anche più sostenibile dal punto di vista ecologico-ambientale: sarà infatti la prima struttura pubblica in legno, avrà un tetto verde con pannelli fotovoltaici, che garantirà sostenibilità ambientale oltre che risparmio energetico. Gli ambienti saranno inoltre illuminati con lampade a led. Stefano Maroli

Richiedi una prova gratuita

Compila il form per ricevere gratis e senza impegno tutte le gare profilate per il tuo settore