scarica l'app Telemat
MENU
Chiudi
02/03/2021

Nuova legge sui tributi entro il 2022

Il Gazzettino

Approvato dalla giunta regionale il documento che fissa le tappe per arrivare al varo della normativa di dettaglio
LA GIUNTA
UDINE Avviato il processo che renderà praticabile è già possibile istituire in Friuli Venezia Giulia nuovi tributi locali, introdurre nuove aliquote, esenzioni e deduzioni ma, soprattutto, decidere in autonomia le modalità di riscossione in deroga alla legge statale -, disciplinare i tributi locali comunali sugli immobili istituiti con legge statale definendone i modi di riscossione. Entro il 2022, infatti, sarà varata la nuova legge regionale sui tributi fiscali e ieri la Giunta regionale, su proposta degli assessori alle Finanze Barbara Zilli e alle Autonomie locali Pierpaolo Roberti, ha approvato il documento che fissa le tappe per arrivare al varo della legge nel 2022.
L'ACCORDO
Un provvedimento reso possibile «dall'Accordo Stato-Regione del febbraio 2019 hanno spiegato i due esponenti della Giunta Fedriga -. Da tale Accordo, infatti, è discesa un più ampia e chiara competenza regionale riguardo ai tributi locali». Ora si tratta di sfruttare al meglio tale competenza, attraverso strumenti che permetteranno di avere «una vera e propria politica fiscale per assicurare le entrate ai Comuni», hanno aggiunto i due assessori. Il primo atto del processo sarà la costituzione, tra marzo e aprile, del nuovo servizio Tributi locali nella direzione delle Autonomie locali. Durante l'estate, invece, sarà costituito un comitato tecnico (con funzionari regionali) e un tavolo di concertazione, con associazioni di categoria, di cittadini e sindacati. Ci sarà anche un coinvolgimento del Cal e della V commissione consiliare. «Chiusa la fase di consultazione, tra giugno e settembre 2022 hanno dettagliato Zilli e Roberti si procederà con la redazione del testo di legge e l'approvazione dello stesso in Consiglio».
CONTRIBUTI
Si aprono lunedì alle 9, per chiudersi il 15 marzo, i termini per presentare domanda di contributo regionale a fondo perduto a favore delle attività culturali e sportive che fino a ora non hanno ricevuto ristori. La Regione ha messo a disposizione 3 milioni, per un contributo di 1.500 euro ad azienda. Saranno 2mila, perciò, le domande che potranno essere soddisfatte. «Siamo pronti a partire», ha commentato ieri l'assessore alla Cultura, Tiziana Gibelli, dopo l'approvazione definitiva del bando in Giunta. «In fondi ha aggiunto saranno erogati tempestivamente con una procedura a sportello e non con un click day». Possono beneficiare dell'intervento lavoratori autonomi, imprenditori individuali o liberi professionisti che realizzano o organizzano attività culturali o sportive o che gestiscono beni del patrimonio culturale. Su proposta dell'assessore alle Attività produttive, Sergio Bini, ieri la Giunta ha anche assegnato 4 milioni di euro per incentivi all'attività di innovazione di processo delle imprese dei settori strategici, cioè agroalimentare, filiere produttive strategiche, tecnologie marittime e smart health. Sono risorse che consentiranno di sostenere un maggior numero di domande di coloro che hanno aderito al bando approvato lo scorso 3 luglio. Contestualmente, ancora su proposta di Bini, ha aumentato la dotazione finanziaria (quasi 225mila euro) del bando per la concessione di contributi alle Pmi per il sostegno all'acquisto di servizi per l'innovazione tecnologica, strategica, organizzativa e commerciale delle imprese. Le nuove risorse consentiranno di scorrere di ulteriori 15 posti la graduatoria.
BENZINA
La Giunta regionale, su proposta dell'assessore all'Ambiente Fabio Scoccimarro ha confermato anche per marzo il super sconto sul carburante per auto per gli abitanti dei Comuni in fascia 1.
SCONTI
Confermato anche lo sconto abituale per la popolazione di Comuni di fascia 2. «Siamo arrivati al settimo mese di sperimentazione del super sconto che era stato stabilito in considerazione della forte riduzione del potere d'acquisto delle famiglie, alle quali nel frattempo la Regione ha assicurato il proprio sostegno in diversi settori», ha affermato l'assessore, ricordando che nel frattempo «il prezzo dei carburanti non è salito solo in Italia, ma anche in Slovenia». Lo sconto maggiorato è pari a 29 centesimi per ogni litro di benzina e 20 centesimi per ogni litro di gasolio.
Antonella Lanfrit
© RIPRODUZIONE RISERVATA