scarica l'app Telemat
MENU
Chiudi
09/02/2021

Non piace l’asfaltatura in via Madonna del Piano «Troppi i rattoppi»

Il Piccolo di Trieste - Edo CalligarisMarco Silvestri

villesse Spazio orti in via Aquileia C'è solo una domanda e il bando viene riaperto romans d'isonzo
Edo Calligaris / ROMANSSarà per il periodo difficile e incerto che a molti toglie la voglia di assumersi nuovi impegni, fatto sta che a Romans d'Isonzo è pervenuta una sola domanda per l'assegnazione, ai residenti, da parte del Comune, di appezzamenti per orti sociali per la stagione 2020/2023. E allora, prendendo atto che esiste la disponibilità di assegnare altri appezzamenti, l'amministrazione stessa, considerando che esistono le condizioni per poter riaprire i termini fissati dal precedente bando, sono stati eccezionalmente riaperti i tempi per la presentazione delle domande di assegnazione, dal 5 al 28 febbraio prossimi.Possono concorrere i cittadini del comune e i nuclei familiari che non dispongono, a qualsiasi titolo (proprietà, comproprietà, usufrutto o affitto), di terreni idonei all'uso ortivo ubicati nello stesso o nei comuni limitrofi. In merito alla riapertura del bando, l'assessore comunale all'Agricoltura e all'Ambiente, Alessio Bosch, spiega che «alla fine del 2020, sono state riaperte le domande per accedere al servizio, in quanto lo spazio, in via Aquileia, posto al fianco del cimitero comunale del capoluogo, ha ancora sei lotti disponibili, con una persona soltanto, che ha fatto richiesta di poter accedere alla coltivazione dell'orto. Avviato nel 2015, il progetto è inserito in una zona poco fuori dall'abitato, con degli orti di 24 metri quadri l'uno. La concessione in uso ha durata triennale, ma l'anno scorso si è proceduto con una proroga a causa dell'impossibilità di fare il nuovo bando nei primi mesi del 2020. All'inizio, tutti gli spazi sono stati affidati, ma nel frattempo qualcuno è venuto a mancare e, complice anche la pandemia, l'area non è più stata coltivata con regolarità». Per accedere è chiesto il pagamento di una tariffa da 30 euro, mentre la graduatoria di assegnazione dà priorità agli over 65 o alla dimensione del nucleo familiare. --© RIPRODUZIONE RISERVATA