MENU
Chiudi
22/09/2018

No all’offerta del Comune Le mense restano chiuse

Il Centro

»la ristorazione bloccata scuole
La Camst ha rifiutato l'appalto per gestire il servizio, si tenta con un'altra ditta
di Andrea Bene L'associazione temporanea d'impresa, composta dalla multinazionale della ristorazione Camst e dall'abruzzese Csa, arrivata seconda nella gara d'appalto espletata nel 2015, ha rifiutato ufficialmente l'offerta del Comune per la gestione del servizio mense scolastiche. La decisione è stata comunicata ieri nelle prime ore di una giornata campale, in cui si sono susseguite riunioni a tutti i livelli, dal vertice tra amministratori e tecnici del Comune per decidere il da farsi, all'incontro con i presidi per stabilire le regole per la somministrazione dei pasti da casa, fino all'assemblea organizzata dai sindacati con i dipendenti dell'associazione temporanea d'impresa, Cirfood e Bioristoro Italia, che gestiva fino a pochi mesi fa le mense scolastiche, liquidata recentemente dal Comune a seguito della vicenda degli oltre 200 bambini finiti in ospedale a giugno con sindromi gastrointestinali dopo aver mangiato nelle mense. La situazione appare esplosiva. Ci sono 2.500 famiglie che attendono la ripresa del servizio delle mense indispensabile per far ripartire il tempo pieno. Sull'altro fronte, invece, ci sono 136 dipendenti senza stipendi da mesi che temono di perdere il posto di lavoro. E ora dopo il rifiuto della Camst, che avrebbe ritenuto non congrua l'offerta, al Comune non resta altro che giocarsi l'ultima carta, ossia quella di contattare la terza ditta classificata nella gara d'appalto, cioè la Serenissima ristorazione, proponendo la stessa offerta avanzata alla Camst. La Serenissima, tra l'altro, è la stessa impresa che gestirà dal prossimo anno il servizio mense del Comune di Montesilvano. I contatti sono stati già avviati e si attende una risposta della ditta entro la prossima settimana. Il Comune, comunque, sta già studiando soluzioni alternative, se anche questa trattativa dovesse fallire. Fonti dell'ente fanno sapere che è all'esame l'ipotesi di un affidamento temporaneo delle mense per il tempo necessario di avviare una nuova gara d'appalto veloce. Il sindaco Marco Alessandrini e l'assessore all'istruzione Giacomo Cuzzi hanno fatto sapere che l'amministrazione comunale sta seguendo tutte le strade possibili per far ripartire al più presto il servizio. «Siamo perfettamente consapevoli», hanno precisato in una nota, «che intorno a questa vicenda c'è una legittima aspettativa di risultati immediati, da parte delle famiglie e dei lavoratori del comparto, ma bisogna ricordare a tutti che parliamo del più grande appalto del Comune (supera i 16 milioni di euro, ndr ). Le diffuse intossicazioni di giugno hanno oltretutto aperto un fronte giudiziario, in cui il Comune si sente parte lesa al pari delle famiglie ed è chiaro che bisogna agire con giudizio, tanto per assicurare la ripresa del servizio alle migliori condizioni, quanto per tutelare tutte le parti in causa». E nel pomeriggio, sindaco e assessore hanno voluto incontrare i dirigenti scolastici dei dieci istituti comprensivi cittadini per metterli al corrente della decisione comunicata dalla Camst e per affrontare la questione dei pasti portati da casa per far mangiare i bambini a scuola, opportunità concessa recentemente dalla legge. «Abbiamo riferito ai dirigenti la situazione», hanno affermato Alessandrini e Cuzzi, «al contempo sono state riferite le istanze che ci sono state presentate dai genitori circa il tempo pieno e le forme di organizzazione per la somministrazione di pasti a bimbi, in attesa della ripartenza del servizio mensa». «Dai dirigenti», hanno proseguito, «abbiamo avuto la massima disponibilità a trovare soluzioni in grado di venire incontro alle famiglie, purché compatibili con la didattica, soprattutto con

Foto: L'assessore Giacomo Cuzzi. A destra, la riunione con i presidi. In alto, l'assemblea dei dipendenti (foto Giampiero Lattanzio)

Richiedi una prova gratuita

Compila il form per ricevere gratis e senza impegno tutte le gare profilate per il tuo settore