scarica l'app Telemat
MENU
Chiudi
29/05/2021

«No alla deregulation»

Messaggero Veneto

udineCgil, Cisl e Uil dicono no a una ripartenza all'insegna della deregulation. Lo ripetono i segretari regionali, sollecitando «una campagna straordinaria di controlli degli organi di vigilanza in ogni azienda» e rilanciando le proposte sulla patente a punti per le imprese e sull'insegnamento della sicurezza sul lavoro nelle scuole superiori». Lo chiede anche il segretario confederale Cgil Roberto Ghiselli, contrario alla modifica del codice degli appalti, «la cui deregolamentazione produrrebbe più sfruttamento e meno sicurezza per i lavoratori, concorrenza sleale per le imprese, meno legalità». Il sindacato, aggiunge Ghiselli, «si opporrà al depotenziamento delle norme a tutela del lavoro e della legalità, siamo pronti alla mobilitazione anche sul blocco dei licenziamenti». Secondo Ghiselli «il decreto del Governo è sbagliato, va aperto subito un tavolo per prorogare il blocco dei licenziamenti a ottobre, consolidare la ripresa ed estendere gli ammortizzatori». --© RIPRODUZIONE RISERVATA