scarica l'app
MENU
Chiudi
10/07/2019

Niente Notte Bianca, ma settembre in festa

Il Tirreno - Luca Signorini

Il sindaco ufficializza la cancellazione dell'edizione del decennale per mancanza di partecipanti al bando comunale monsummano
Monsummano. C'è un fatto certo: in questo 2019 non si farà la Notte Bianca, almeno nella forma "classica", quella che Monsummano ha conosciuto negli ultimi nove anni. Dopo il flop del bando di assegnazione andato a vuoto, però, dal Comune non si perdono d'animo. «Il bando non verrà riproposto, prendiamo atto del suo esito, ma non ci bloccheremo per questo intoppo», dice il sindaco Simona De Caro.Che poi aggiunge: «L'idea è quella di organizzare un calendario di iniziative per il mese di settembre, con un comune denominatore: la volontà che tutti gli eventi abbiano ripercussioni positive sul tessuto economico cittadino, sui negozianti e i ristoratori».De Caro ha espresso la sua posizione nel consiglio comunale di venerdì scorso. La questione ha suscitato diverse polemiche. In queste settimane si terranno una serie di incontri con tutte le realtà e associazioni interessate: dal mondo del volontariato alle rappresentanze dei commercianti e delle attività produttive, fino al comitato Vivi Monsummano che nel 2009 ha ideato la festa ma ha rinunciato a partecipare al bando per l'edizione del decennale a causa di problemi sui tempi e sulla possibilità di portare in piazza Giusti e vie limitrofe non tanto gli artisti, ma ambulanti ed espositori anche in una data a settembre.«Con la pubblicazione del bando abbiamo fatto ciò che dicevamo in campagna elettorale - riprende il sindaco - bisognerebbe chiedere all'assessore uscente (Angela Bartoletti, ndr) come mai non ha voluto fissare la Notte Bianca come sempre a luglio. Il bando era necessario per una giunta che, dopo le elezioni, poteva non essere in continuità con quella precedente. Tra l'altro abbiamo messo gli stessi soldi del 2018, anzi mille euro in più (in totale 16.000, di cui 3.000 per la Festa dell'uva a Cintolese, ndr). Prima del 26 maggio, giorno del voto, abbiamo incontrato le associazioni, e in quell'occasione tutti erano consapevoli che poteva essere complicato riproporre la manifestazione in un weekend di luglio. È per questo che non immaginavo ci fossero tutte queste polemiche per l'indicazione di farla nel mese di settembre».Dunque, luglio e agosto serviranno all'amministrazione appena insediata e alle varie categorie economiche per riorganizzarsi e arrivare a proporre alcuni appuntamenti mondani per cercare di riempire il centro cittadino, e non per una sola sera. Come se l'estate a Monsummano arrivasse a settembre, anche se sarà difficile ripetere il successo che ha riscosso in questi anni il format locale della Notte Bianca. «Gli incontri di questi giorni sono tenuti dall'assessore al turismo (Elena Sinimberghi, ndr) insieme all'assessore alle attività produttive (Monica Marraccini, ndr): questo per far capire che vogliamo coinvolgere tutte le attività cittadine», chiude De Caro. --Luca Signorini