MENU
Chiudi
21/12/2018

Niente gare, il no di Morra

Il Fatto Quotidiano - LUCA DE CAROLIS

ESENZIONE SOTTO 150MILA EURO
DE CAROLIS A PAG. 6 Certi occhi sono rassegnati, ma certi gesti sono il barometro. Come quello di un grillino di rango, che porta le mani alla bocca per serrarla. " Se potessi parlare " concede. Se potessero parlare, tutti i Cinque Stelle che leggono la legge di bilancio come un patto con il Diavolo, o come la perdita dell ' in nocenza. P E RC H É certo, di giovedì sera la manovra è ancora un ectoplasma, e gli eletti rimbalzano vagano come anime in pena tra sedute surreali in commissione Bilancio e in Aula, compulsando gli smartphone con gli sms dei capi che li precettano " fino alle 23 " . Però sul testo circolano bozze e indiscrezioni. Micce di una rabbia densa. Perché la manovra del cambiamento proroga di 15 anni le concessioni sulle spiagge ai balneari, e già sono mal di pancia. E taglia: per esempio i fondi di coesione e gli investimenti per le Ferrovie, con il Sud assetato di infrastrutture, il granaio di voti del M5S, che pagherà il dazio più alto. E soprattutto c ' è la norma sugli appalti per i Comuni, liberi di affidare in via diretta lavori per un massimo di 200mila euro, rispetto al tetto attuale di 40mila. Quella soglia di 200mila la raccontava una bozza del maxiem en d a me n to . Ma in mattinata i 5Stelle confermano quanto scritto dal Fat to ieri: " Sc e nd er emo a 150mila euro " . Comunque troppi, per tanti parlamentari: " Non possiamo farlo noi, abbiamo appena varato la legge anticorruzione " . E allora protestano. E in particolare si fa sentire il presidente della commissione Antimafia, Nicola Morra. Anche perché lo hanno chiamato esperti e qualche magistrato, di quelli che sanno quanti pesino per le mafie gli appalti a livello locale. E figurarsi quelli senza bando. PER QUESTO il Movimento prova a limitare i danni: il tetto rimane 150mila euro, ma solo per il 2019, e ci sarà comunque l ' obbligo di valutare almeno tre offerte. Di più non si poteva fare, dicono. " Dobbiamo far nascere cantieri sui territori in fretta, far muovere il Pil, o tra qualche mese saranno guai " ammettono. Ma l ' identità di un tempo scolora. Non basta il reddito di cittadinanza, il totem celebrato ovunque, perché già fa paura ( " come lo reali zzer emo? " ). E non aiuta il nuovo caso sugli F35. Proprio quegli aerei militari di cui il M5S d ' opposizione giurava di voler fermare l ' acquisto, ma che ieri il sottosegretario alla Difesa Angelo Tofalo celebrava con un ' abiura: " Ab bi am o parlato di questi aerei spesso in maniera distorta, quando invece hanno un ' ottima tecnologia, forse la migliore al mondo. E non possiamo rinunciare a una grande capacità tecnica per l ' Aeronautica " . Sillabe che incendiano la base e fanno infuriare diversi big. Ma Luigi Di Maio, il capo, può al massimo tamponare. " Sul programma di acquisto continuiamo a restare molto perpl es si " dice nel programma radio Circo Massimo . COSÌ TOCCA al ministero delle Difesa assicurare che il programma verrà limato nel 2019. Di Maio invece celebra su Facebook l ' elenco dei punti realizzati con la manovra che ancora non c ' è, ed è un paradosso. Ma c ' è pure l ' autogol, perché la sfilza di risultati con accanto la scritta " fatto " è un numero del Silvio Berlusconi d ' annata, quello del 1994. Ma nel Movimento di governo nessuno se l ' è ricordato. Come nessuno ha notato la stonatura nella telefonata di congratulazioni per il capo da Davide Casaleggio. Partita, raccontano, " da Dubai, dove Casaleggio è atterrato per il The Global Blockchain Congress " . E la spina è sempre quella Blockchain che interessa molto al Casaleggio imprenditore e su cui il Di Maio ministro dello Sviluppo economico dovrebbe legiferare. Nel frattempo, assicurano, al capo politico arriva anche la chiamata di Beppe Grillo: " Il reddito di cittadinanza lo voglio anch ' io " . Ma i parlamentari pensano ad altro. " Se cediamo pure sul Tav andiamo a casa " riassumono due eletti. Intanto i 5Stelle annunciano che domani celebreranno la legge anticorruzione, " nelle piazze italiane " . E Di Maio insiste: " Sul balcone di Palazzo Chigi salirei ancora per festeggiare il reddito " . In Senato invece aspettano ancora: la manovra. © RIPRODUZIONE RISERVATA

Foto: Come B. Luigi Di Maio ha celebrato (su Fb) le cose fatte in manovra, come fece Berlusconi nel 1994 Ansa

Richiedi una prova gratuita

Compila il form per ricevere gratis e senza impegno tutte le gare profilate per il tuo settore