scarica l'app
MENU
Chiudi
09/07/2019

Nessuno partecipa al bando di gestione delle grotte dei Dossi

La Stampa - CHIARA VIGLIETTI

villanovetta di verzuolo
Dietrofront degli interessati per i "paletti" previsti Prorogato l'attuale contratto in attesa di una soluzione
VILLANOVA MONDOVÌ C'erano pure i gestori delle grotte di Borgio Verezzi tra i candidati a gestire le grotte dei Dossi di Villanova. C'erano. Perché i liguri avevano detto sì, con il vicino Caudano e l'attuale gestione, alla manifestazione d'interesse che preludeva, dopo 20 anni, a un subentro. Ma il bando emesso dal Comune è stato un flop. Nessuno vi ha partecipato. Il motivo? L'assessore Francesca Vinai: «Il bando è stato pensato per superare il vecchio contratto di affidamento, a gestione diretta, in vigore da più di 15 anni. Ma conteneva una serie di paletti giudicati restrittivi dagli interessati, che non si sono presentati. Fra gli altri, un canone d'affitto annuo di 1000 euro a base d'asta, condizioni di assicurazioni, manutenzione ordinaria e straordinaria del sito, pagamento delle spese di illuminazione elettrica». Così, conti alla mano, gli imprenditori hanno fatto marcia indietro. E per salvare la stagione in corso e «non interrompere i flussi turistici estivi», il Comune ha deciso di prorogare il contratto al vecchio gestore, l'associazione che porta il nome della grotta, lasciando invariate le condizioni. In attesa, nelle prossime settimane, di sedersi a un tavolo alla ricerca di una soluzione condivisa. Più vantaggiosa per le casse dell'ente, ma attenta alle difficoltà di chi spesso macina più spese che utili. Anche perché, se da un lato le tre grotte del Cuneese - Bossea, Caudano e Dossi- hanno deciso di mettersi insieme in un sistema unico di promozione pilota (Caves), dall'altro la logica dei numeri parla di un turismo a due velocità, con Bossea a fare la parte del leone. Le presenze sono, in realtà, destinate ad aumentare per tutti: parola del progetto Alcotra, a cui Bossea aderisce con le «sorelle minori», che conta di intercettare nei prossimi anni un plafond potenziale di 15 milioni di turisti. Ne beneficeranno, sono le previsioni, tutti e tre i siti carsici. - c BY NC ND ALCUNI DIRITTI RISERVATI

Foto: ROBERTO CROCI


Foto: Il "salottino gotico" all'interno delle Grotte dei Dossi