scarica l'app Telemat
MENU
Chiudi
03/08/2021

Nell’estate degli eventi Montiglio dà una mano a chi riaccende le vetrine

La Stampa - M. S

UN BANDO DEL COMUNE SPECIALE EVENTI ESTIVI
T roppe vetrine spente e locali vuoti tra le vie del centro nel paese patria delle meridiane. Per riaccendere le insegne e così incrementare l'offerta commerciale e servizi non presenti oppure andati persi il Comune mette sul piatto contributi a fondo perduto fino a 10 mila euro. Iniziativa resa possibile grazie ai fondi per aree interne, ovvero quelle zone più distanti dal capoluogo. Montiglio risulta così tra i primi Comuni in Italia ad aver pubblicato il bando (scadrà sabato 28 agosto) con cui stanzia 32.300 euro, finalizzato a nuovi insediamenti. «Ci sono stati assegnati altri 42 mila euro per i prossimi due anni (21 mila ciascuno) e qualora il bando avesse successo siamo pronti a rifinanziarlo» precisa il sindaco Dimitri Tasso. Ed alcune manifestazioni d'interesse sono già giunte agli uffici comunali. A chi è rivolto Potranno accedere al contributo le imprese operanti nei settori dell'artigianato e del commercio che, entro il prossimo 13 novembre, apriranno sul territorio di Montiglio nuove attività oppure amplieranno inserendo nuove tipologie a quella già avviata. «In linea di massima - chiarisce il primo cittadino - sono escluse le tipologie di attività già presenti. Il contributo non è affatto irrilevante, anche per chi decide di ampliare la propria attività con nuovi settori potendo concorrere fino ad un massimo di 5 mila euro». Priorità del bando è la riattivazione di locali sfitti con vetrine abbandonate dagli esercizi commerciali nel corso degli ultimi anni. Sono ammesse le spese amministrative per l'avvio (costi notarili, camerali, commerciali), acquisto di attrezzature, impianti, macchinari, adeguamento dei locali e quelle gestionali come quelle di locazione. «Il finanziamento di nuove attività - annota e conclude Tasso - era una delle due opzioni per i fondi destinati alle aree interne. Abbiamo optato per stimolare nuove aperture con fondi di un certo peso soprattutto per aiutare nella stipula dei contratti d'affitto e superare le legittime titubanze dei proprietari dei numerosi locali commerciali chiusi. Attualmente sono un'ottantina le attività presenti a Montiglio e sue frazioni ed incrementarli anche di poche unità sarebbe un successo». Contributi comunali che sono cumulabili con eventuali altre misure di aiuto statali o regionali. . - © RIPRODUZIONE RISERVATA