scarica l'app
MENU
Chiudi
28/05/2020

Nel 2016 il regolamento che cambiò il sistema dei lavori

Gazzetta del Sud

L' Amministrazione comunale ha istituito un albo di imprese per gli interventi nei cimiteri mal' indagine solleva dubbi
Il giudice: fatti fino al 2015 con condotta permanente fino all'attuali tà
Un monopolio. Chi doveva eseguirei lavorie persino chi doveva murarei morti, lo decidevano loro.I Rosmini. Al cimitero di Modena nonc' era spazio per nessun' alt ro. L' indagine della Dda oltrea colpire le cosche del territorio ha riflessi anche sull' attività del Comune. In particolare portandoa galla interessi opachi nei lavori cimiteriali, mette un' ipoteca anche sul regolamento per la formazioneel' ut ilizzo dell' albo delle imprese perl'affidamento di lavori, servizie forniture commissionati da privati cittadini nei cimiteri comunali approvato dall' amministrazione Falcomatà nel 2016. Sebbene, infatti,l' indagine della Ddaè datatae ricostruisce episodi risalenti nel tempo,c'è una postilla nell' ordinanza di applicazione delle misure cautelari che specifica, in relazione ad esempio alle accuse mosse nei confronti del dirigente comunale Carmelo Manglaviti, comei fatti sono «accertati in Reggio Calabria, dall'anno 2010 all'anno 2015e con condotta permanente fino all'attualit à». Non si registra alcuna dichiarazione, almeno fino al momento in cui si scrive, dell' amminist razione comunale che aveva esultato per il Monument ale Il cimitero di Condera è il più importante della città cambio di rotta approvato con quel regolamento. Nell' est ate 2016 il consigliere comunale Rocco Albanese dichiarava: «L' idea nasce per poter garantire un controllo sulle imprese, evitando così qualsiasi tipo di azione legata al malaffare. Il tutto, infatti, dovrebbe (e lo si spera) svolgersi in un clima di assoluta trasparenzae legalità. Oggi abbiamo raggiunto un accordo storico. A quest' avviso pubblico hanno partecipato 24 imprese.L' elencoè ancora apertoe altre aziende possono partecipare. Tuttoè legato alla trasparenzee alla legalitàe alla gestione della cosa pubblica. Le imprese che partecipano devono essere registratee che abbiano personale registratoe agiscano nel rispetto della legalità. Ci sarà un controllo rigido da parte dei vigili. Inoltre,i subappalti saranno vietati.A rotazione, saranno sorteggiate due imprese che regolerannoi lavori edi servizi, rispettando il tariffario dell' amminist razione». «Il nuovo regolamentoè un testo che va nella direzione della legalitàe puntaa rendere liberee trasparenti le contrattazioni tra privati peri lavori all' interno dei plessi cimiteriali. Riteniamo sia un passo in avanti molto significativo, un passaggio che nessuna amministrazione fino ad oggi era riuscitaa compiere.E tutto questo con l' obiettivo di venire incontro ai diritti dei cittadini che oggi hanno la possibilità di usufruire dei servizi privati secondo tariffe equee regole certe». Anche sei fatti confluiti nell'indagine sono antecedenti all'approvazione del regolamento, occorre capire in dettaglio see in che modo questa normativa sarebbe statao meno aggirata.C'è da dire che prima del regolamento approvato dall' amministrazione Falcomatàe relativo ai lavori commissionati da privati all' interno dei cimiteri cittadini, anche la commissione straordinaria- dopo lo scioglimento per mafia del consiglio comunale- aveva messo un primo ordine nel settore. a.n. © RIPRODUZIONE RISERVATA