scarica l'app Telemat
MENU
Chiudi
26/08/2021

Negozi nei centri storici Più aiuti dalla Regione

Il Giornale di Vicenza

ALTRO BANDO PER I DISTRETTI DEL COMMERCIO In palio 5 milioni: sarà gara tra aziende
E il Vicentino fa la parte del leone con otto aggregazioni in lizza che interessano 20 Comuni berici Ultimi arrivati Recoaro e Valli
Con negozi e attività chiuse, la pandemia ha fatto esplodere gli acquisti online sulle grandi piattaforme, abbiamo dovuto rinunciare a ristoranti e discoteche e viaggi, e in mancanza di un parrucchiere ci si è arrangiati con tagli e tinture "fai da te". Sono moltissime le attività che hanno sofferto per il Covid e sostenerle significa preservare gli stessi centri urbani. Per questo la Giunta regionale ha appena approvato un nuovo bando che destina altri 5 milioni di euro ai distretti del commercio. Fondi destinati soprattutto ai piccoli imprenditori e agli esercizi che hanno particolarmente sofferto durante la pandemia. I 24 distretti (più uno) comprendono 50 amministrazioni comunali di quasi tutte le provincie venete (non figurano quelle di Rovigo e Belluno). L'iniziativa è infatti dedicata ai Comuni che non hanno partecipato ai precedenti bandi.Ben 8 i distretti vicentini destinatari La provincia con il maggior numero di distretti destinatari del bando della Regione del Veneto è proprio Vicenza. Ne potranno beneficiare Arzignano (con Chiampo), Camisano Vicentino, Dueville, Montecchio Maggiore, Noventa Vicentina (con i Comuni aggregati di Campiglia dei Berici, Agugliaro, Albettone, Asigliano Veneto, Pojana Maggiore, Sossano), San Vito di Leguzzano (con Malo e Monte di Malo), Sarcedo (con Breganze e Zugliano) ai quali si aggiunge anche il distretto di Recoaro Terme (aggregato a sua volta con Valli del Pasubio) che, pur avendo i requisiti, non aveva partecipato al bando 2019. «Ho fortemente voluto questo bando perché la pandemia ha messo in forte difficoltà soprattutto i piccoli esercenti, quelli che hanno attività commerciali vitali all'interno delle realtà minori», ha commentato l'assessore regionale allo sviluppo economico Roberto Marcato. «La scelta della Regione va nella direzione di sostenere i distretti del commercio come volano per la ripresa economica dei settori del commercio, della ristorazione, dell'intrattenimento e del terziario, favorendo l'avvio di nuove attività e la ripresa di quelle sospese».Progetti a partire da 200 mila euro L'investimento minimo dei progetti da finanziare è di 200 mila euro, con una differenza rispetto al bando precedente: almeno il 30% del contributo concesso a ciascun distretto, pari a 250 mila euro, deve essere destinato a imprese individuate dai Comuni con gara pubblica, e sarà la Regione ad anticipare le relative risorse ai Comuni. Gli interventi dovranno favorire processi di rigenerazione e riqualificazione urbana, la transizione ecologica e lo sviluppo sostenibile dei territori; ma anche la transizione digitale, l'innovazione e la modernizzazione delle imprese, azioni di marketing e brand urbano e territoriale e di contrasto al fenomeno delle chiusure delle attività commerciali che portano alla desertificazione dei centri storici e urbani. Con i fondi regionali si potranno finanziare spese di progettazione, di incarico al manager di distretto, interventi di rigenerazione e riqualificazione urbana e transizione green; rilancio, modernizzazione, innovazione e digitalizzazione dell'offerta commerciale; comunicazione e animazione del territorio e miglioramento dei servizi legati all'accoglienza turistica.C'è tempo fino al 5 ottobre «L'iniziativa - ha proseguito l'assessore - è frutto di una stretta collaborazione e di un grande lavoro con le associazioni del mondo del commercio e con i Comuni; una sinergia che ha permesso di dettagliare al meglio la proposta e di individuare le linee sulle quali indirizzare i finanziamenti». Il bando è stato pubblicato nei giorni scorsi nel Bollettino ufficiale della Regione e sul sito istituzionale https://bandi.regione.veneto.it. Le domande di finanziamento dovranno essere presentate dai Comuni entro il prossimo 5 ottobre.. C.Z.© RIPRODUZIONE RISERVATA