MENU
Chiudi
03/08/2018

” Multiservizi ” , lavori nell ‘ area portuale affidati senza regole

Gazzetta del Sud

Il Tribunale della libertà chiarisce un altro aspetto della vicenda che ha coinvolto amministratori e funzionari del Comune di Amantea
I giudici evidenziano i rapporti collusivi tra l ' Apa e le altre ditte
AMANTEA «L ' offerta è avvenuta fuori termine». Non ha dubbi il Tribunale della Libertà di Catanzaro che analizza punto per punto i capi di imputazione con la quale la Procura di Paola ha acceso i riflettori sulla gestione degli appalti nel Comune di Amantea. Nel mirino erano finiti un assessore comunale, funzionari, il comandante dei vigili, un agente della Municipale e imprenditori. Sotto la lente degli inquirenti (le indagini sono state coordinate dal procuratore capo Pierpaolo Bruni e dal sostituto Maurizio De Franchis) la gestione degli appalti pubblici nel Comune di Amantea, che ha riguardato in particolare servizi importanti come quello di derattizzazione e disinfestazione del territorio, la gestione dei lavori di assistenza e manutenzione del porto turistico, di refezione scolastica e anche la gestione dei parcheggi. Ed è proprio sulle gare d ' appalto che il Riesame evidenzia la gravità indiziaria. In carcere erano finiti Domenico Pileggi (ex funzionario del Comune di Amantea con funzione nei servizi di manutenzione del porto e attualmente in servizio al Comune di Rizziconi) e Fabrizio Ruggiero, responsabile tecnico della Apa Multiservizi, la ditta della cittadina tirrenica che secondo l ' accusa aveva la prerogativa sulla maggior parte degli appalti, da cui prende nome l ' operazione condotta dalle Fiamme gialle. I domiciliari, invece, erano stati disposti nei confronti di Emma Pati (assessore al Comune di Amantea); Mario Aloe (responsabile pro tempore dell ' ufficio Personale del Comune e attualmente dirigente); Emilio Caruso (comandante dei vigili urbani di Amantea); Giacomo Bazzarelli (appartenente alla polizia locale). Tutti poi scarcerati dal Tribunale della Libertà che ha però stabilito misure interdittive per Pileggi e Ruggiero e ha riconosciuto però l ' impianto accusatorio dell ' inchiesta, rafforzando quasi in pieno la tesi della Procura. Nello specifico il Riesame interviene anche sulla questione dell ' affidamento dei lavori per la manutenzione del porto di Amantea. I giudici del Tdl hanno evidenziato come siano emersi dei «rapporti collusivi» tra la Apa Multiservizi di cui Ruggiero era responsabile tecnico e le altre ditte concorrenti con cui si sarebbe messo d ' accordo per favorirle nell ' affidamento dei lavori. Per il Riesame, infatti, la presentazione tardiva di una domanda di fatto rappresenta un tentativo di turbativa d ' asta perché si alterano i risultati della gara. Il Tdl trova poi pieno riscontro alle accuse contenute nel capo di imputazione soprattutto in una intercettazione nella quale emerge l ' assenza di interesse di Ruggiero - che aveva riferito che la Apa Multiservizi «certi lavori non li fanno» - per l ' appalto specifico del porto e di aver partecipato esclusivamente per volontà di Pileggi. 3 (mir.mol.)

Foto: Uno scorcio del porto. Il restyling dell ' area è avvenuto senza regole

Richiedi una prova gratuita

Compila il form per ricevere gratis e senza impegno tutte le gare profilate per il tuo settore