scarica l'app
MENU
Chiudi
04/07/2019

Montorio, genitori allarmati per il nuovo polo scolastico

Il Centro

La procedura è bloccata e c'è il timore che si possano perdere i finanziamenti Associazione chiede alla Provincia di accelerare i tempi per la redazione dei bandi
Catia Di Luigi MONTORIO L'associazione "Genitori per la scuola" lancia un grido di allarme sul nuovo polo scolastico, che dovrebbe sorgere nella zona adiacente al centro sportivo, la cui realizzazione è di fatto imbrigliata nelle maglie della burocrazia. Ricordando come ci siano 4 milioni e 372 mila euro di fondi Cipe disponibili dal 2011, a cui nel 2017 fu aggiunto un ulteriore milione di euro assegnato dall'ufficio speciale per la ricostruzione dei comuni del cratere di Fossa, l'associazione montoriese denuncia come la gara sia stata ferma un anno, in attesa di un parere dell'Anac «che tra l'altro conferma e dà ragione alla Provincia, (stazione appaltante), che aveva correttamente adottato la procedura, escludendo un'offerta pervenuta». L'associazione, in una nota a firma del presidente Biagio Soffiaturo, si dice preoccupata per «l'inerzia dei vari livelli istituzionali» e annuncia che si adopererà per chiedere incontri e continui aggiornamenti, sollecitando chi di dovere. «È stato modificato il seggio di gara solo in questi giorni», si legge ancora nel comunicato «quando lo stesso parere dell'Anac porta la data del 26 marzo scorso». Questo, per Soffiaturo, è frutto della disorganizzazione della macchina amministrativa, che avrebbe perso tre mesi di tempo prezioso. A questo punto, la procedura per l'espletamento della restante parte di gara del polo potrebbe ripartire «ma conoscendo la lentezza della stazione appaltante della Provincia abbiamo bisogno di impegni da parte di tutti i responsabili, affinché vengano accorciati il più possibile i tempi. Stiamo, infatti, ancora parlando di gara di affidamento della progettazione». Entro fine anno, per l'associazione montoriese, si dovrebbe dare il via al bando per i lavori, altrimenti si rischierebbe di perdere il finanziamento. Ma la procedura è attualmente ferma tra le maglie burocratiche della stazione appaltante della Provincia, nonostante il comune di Montorio abbia aderito alla stazione appaltante Asmel. «Riteniamo doveroso un impegno da parte dell'amministrazione del Comune di Montorio e dello stesso presidente della Provincia Diego Di Bonaventura », conclude Soffiaturo, «per sollecitare gli incaricati nel redigere i bandi. Siamo in netto ritardo e sarebbe un gran peccato e una grande sconfitta per tutto il territorio perdere dei finanziamenti per realizzare un polo antisismico». Un polo all'avanguardia dal punto di vista tecnologico, e che punta anche ad avere un basso impatto ambientale.

Foto: Un momento della manifestazione del 2017 per le scuole sicure