scarica l'app Telemat
MENU
Chiudi
01/04/2021

MIRA Sfalcio dell’erba e cura del verde pubblico a…

Il Gazzettino

MIRA
Sfalcio dell'erba e cura del verde pubblico a Mira, con il nuovo appalto l'amministrazione annuncia una vera e propria rivoluzione. Le nuove squadre di operai che si occupano della manutenzione del verde in parchi, giardini e aiuole hanno preso servizio in questi giorni spiega il sindaco Marco Dori Abbiamo investito più risorse per un cambio di passo radicale, con un appalto dedicato alle scuole.
Le continue segnalazioni di cittadini che da mesi lamentano erba alta nei parchi pubblici, incuria in prossimità delle scuole e mancanza di sfalci lungo le strade principali, che ostacola il passaggio di pedoni e biciclette, sarebbero destinate a cessare. Dopo le polemiche degli scorsi anni, dovute all'appalto fissato dalla precedente amministrazione ha annunciato il sindaco - la nuova soluzione garantirà maggior cura e decoro del verde pubblico. Si tratta di un totale cambio di strategia. Abbiamo individuato tre macro-aree di intervento - scoperti scolastici, verde pubblico e cigli stradali - e per esse abbiamo messo a bilancio risorse doppie rispetto all'appalto precedente». L'appalto è stato affidato al consorzio Csu Zorzetto che andrà ad affiancarsi alla ditta Fasolato che già in precedenza aveva assunto l'incarico di seguire tra le varie aree anche il verde degli scoperti scolastici e delle attrezzature ludiche. Complessivamente Mira investirà 300mila euro per poco più di 800mila mq di aree verdi, dei quali 323mila di parchi, giardini e aiuole; 75mila di scoperti scolastici, attrezzature ludiche e aree pedonali in ambito urbano e 412mila di banchine stradali, scarpate e aree affini.
«NOTEVOLE SFORZO»
Abbiamo fatto uno sforzo notevole per migliorare il servizio ha sottolineato il sindaco Dori con l'obiettivo di ottenere un più frequente e puntuale intervento per mantenere il verde pulito e ordinato. La Giunta ha dato un indirizzo di discontinuità rispetto alla gestione precedente, mentre le risorse sono più che raddoppiate». Il Comune indica come le ditte incaricate abbiano una comprovata esperienza nel settore. Non tutte le aree verdi sono però di competenza comunale puntualizza il primo cittadino - Nel nostro territorio vi sono pezzi di competenza di altri enti, come Città Metropolitana, Consorzio, Veneto Strade e diversi privati. Altro tema caro ai nostri cittadini è la manutenzione del verde lungo gli argini del Naviglio Brenta, che sono di competenza regionale. L'augurio è che quest'anno vi siano più sfalci rispetto al passato, per il bene di tutta la Riviera».
Luisa Giantin
© RIPRODUZIONE RISERVATA