scarica l'app Telemat
MENU
Chiudi
23/04/2021

Microimprese e Covid, il bando c’è ma è un flop

Il Tirreno - L.B.

Solo una sessantina di attività ha chiesto i contributi Cambiano anche le collocazioni dei banchi al mercato consiglio comunale
carrara. Il bando comunale per le micro-imprese non sfonda: partecipa soltanto una sessantina di piccole imprese e allora verrà rivisto. C'è tanto commercio - dal piano al regolamento, passando appunto per il bando dedicato alle piccole attività - nel consiglio comunale che arriva a meno di 48 ore dalle dimissioni dell'ex assessore Giovanni Macchiarini che tra le deleghe aveva proprio le attività produttive con il Municipio "a caccia" di un sostituto. E così a inaugurare la seduta ci sono le parole del sindaco Francesco De Pasquale che sul bando destinato alle micro-imprese dice, replicando a Giuseppina Andreazzoli: «Abbiamo ricevuto una ventina di richieste - lo correggerà poi Martinelli parlando di 60 - un numero veramente esiguo, per cui stiamo valutando di farne un secondo, ovviamente abbassando la misura di accesso».Il bando metteva a disposizione 550mila euro dalle casse comunali per le piccole imprese (volume d'affari di massimo 250mila euro annui) che, causa emergenza Covid, avevano visto il fatturato dimezzato rispetto al 2019. Le domande arrivate in piazza Due Giugno però, frena il vicesindaco Matteo Martinelli, non sono 20, ma il numero è più vicino a quota 60. Il "succo" per l'opposizione non cambia: «Restano poche comunque, l'avevo detto di ricalibrare al ribasso il tetto d'accesso del 50%», ripete la consigliera Psi. Il commercio apre e chiude la seduta telematica che sfiora le quattro ore. In coda arrivano, infatti, piano e regolamento del commercio su area pubblica: «Con questo piano andiamo a rivedere la disposizione del mercato di Carrara, della fiera di Sant'Andrea e dei banchi di Marcognano in base alle norme sulla sicurezza e a seguito di un lungo confronto, a tratti anche aspro, con gli addetti ai lavori. Per quanto riguarda il mercato di Carrara e la fiera di Sant'Andrea le modifiche sono poche e sono limitate a una diminuzione dei banchi in via Verdi, imposta per motivi di sicurezza, e dalla eliminazione dei banchi da via del Plebiscito, su richiesta degli operatori», spiega il sindaco prima di incassare l'ok della maggioranza e i "no" dall'opposizione che ricorda le prime bozze del piano con un restyling decisamente più corposo (i banchi nella zona pedonale). Su Marcognano, invece, il sindaco annuncia: «Andiamo a ripristinare il commercio su area pubblica e aggiungo una condizione di sicurezza e normalità. Verranno quindi create due postazioni nel parcheggio antistante il campo santo, con il trasferimento dell'operatore storico al di fuori della struttura e l'arrivo di un secondo operatore». --L.B.© RIPRODUZIONE RISERVATA