scarica l'app
MENU
Chiudi
24/01/2019

Mergozzo, arrivano i soldi per rifare le scuole medie

La Stampa - cristina pastore

progetto pronto, si prepara la gara d'appalto
Una nuova scuola media per Mergozzo: il cantiere potrebbe già aprire nei prossimi mesi. I fondi ci sono: l'amministrazione del sindaco Paolo Tognetti lo scorso anno ha partecipato al bando regionale - istituito con stanziamenti ministeriali - e si è posizionata in alto nella graduatoria. La «quota» locale

Su centinaia di domande la sua è arrivata al 14° posto. Il contributo è di 1,8 milioni, a cui il Comune aggiungerà 73 mila euro. «Attendiamo comunicazione di conferma dalla Regione e poi siamo pronti a partire con la gara d'appalto dei lavori. La nostra domanda è stata premiata in termini di punteggio, perché l'abbiamo presentata completa di tutte le autorizzazioni previste e anche del progetto esecutivo» spiega Tognetti.

Con la realizzazione del nuovo complesso per le medie, il Comune di Mergozzo completerà un piano di riordino delle sue scuole.

Nell'aprile 2013 aveva infatti inaugurato le nuove elementari: 6 classi accolte in una struttura moderna, funzionale ed ecologica, completamente autonoma per il consumo energetico. Per costruirla il Comune aveva speso 1,2 milioni di fondi propri integrati da 500 mila euro regionali. La nuova sede delle medie verrà realizzata secondo le stesse logiche e dimensioni, a cento metri di distanza dalla scuola primaria, abbattendo un vecchio stabile indicato come ex Cemea.

Tutto rientra nel compendio ex Croce rossa. Dalla Cri il Comune l'aveva acquistato nel 1992. La proprietà si estende dalla strada provinciale a un versante che culmina con una piccola sommità, dove svetta villa Fauser Gajetti, immobile d'epoca. Fino a sei anni fa al piano superiore andavano gli oltre cento alunni delle elementari e oggi al pianterreno c'è ancora l'ottantina di studenti delle medie.

Vecchio immobile in vendita

«Abbiamo isolato i locali lasciati vuoti dalle elementari, in una struttura molto dispendiosa dal punto di vista energetico. Qui però resterà la palestra finché, attraverso altri bandi, non avremo reperito l'importo necessario per costruirne una nuova, con un secondo lotto, adiacente alle nuove medie» aggiunge il sindaco di Mergozzo che precisa come villa con parco e polo scolastico siano stati delimitati e rappresentino due zone distinte ed autonome. Una volta che verrà traslocata anche la palestra, il «villone Cri» rientrerà in un piano di alienazione del patrimonio comunale: per posizione e volumetria è un pezzo di pregio per il quale non dovrebbero mancare acquirenti.

BY NC ND ALCUNI DIRITTI RISERVATI