scarica l'app
MENU
Chiudi
22/09/2020

Mercoledì in municipio un vertice sugli ex Eaton esteso ai non ricollocati

Il Piccolo di Trieste

il mondo del lavoro
Mercoledì alle 9.30 in municipio si parlerà degli ex dipendenti Eaton rimasti senza un lavoro (46 su 154). Il sindaco Anna Cisint, l'assessore comunale Antonio garritani e l'assessore regionale Alessia Rosolen incontreranno le parti sociali, per una verifica della situazione.«L'invito è esteso anche alla trentina di lavoratori che si sono rivolti alla redazione de Il Piccolo (la lettera-appello alla politica "non siamo dei fannulloni" firmato da una parte dei lavoratori non ricollocati, ndr), perché l'obiettivo è quello di una verifica concreta sui diversi passaggi della vertenza, su tutte le opportunità che sono state offerte e definire i dati relativamente alle collocazioni fatte e a coloro che hanno rinunciato al percorso attivato dall'Agenzia dell'impiego», fa sapere il Comune. Con un'aggiunta: «Ai firmatari del documento, che non è stato inviato né al Comune, né alla Regione, viene dunque chiesto di partecipare a questo appuntamento». Secondo Cisint l'«accordo sottoscritto in questo senso è assolutamente chiaro nelle procedure e negli obiettivi da raggiungere» non dimenticando di ricordare come «occorre anche mettere in campo un incontro con il ministro allo Sviluppo economico per affrontare il nodo dei subappalti e delle condizioni di sfruttamento che accompagnano questo sistema».E al sindaco replicano Cristiana Morsolin (La Sinistra) e Alessandro Perrone (Potere al popolo) , additati dal sindaco come la sinistra che si è dimenticata dei lavoratori: «Dopo quattro anni di governo leghista è ora che Cisint si assuma le responsabilità dei propri fallimenti. È ridicolo questo modo di fare in cui dà sempre le colpe ad altri. La crisi Eaton non ha trovato soluzione, questi sono i fatti». --© RIPRODUZIONE RISERVATA