MENU
Chiudi
30/09/2018

Mercato civico, lavori fermi da 16 mesi

La Nuova Sardegna - di Michela Cuccu

L'opposizione consiliare chiede una commissione d'inchiesta speciale. Tre milioni di euro a rischio per il ritardo
di Michela CuccuwORISTANOTutto fermo. Immobile. L'opposizione va all'attacco chiedendo l'istituzione di una commissione speciale che faccia chiarezza sui motivi che da oltre un anno tengono bloccati i lavori per il mercato civico di via Mazzini, coi quali si dovrebbero ristrutturare gli edifici e costruire il parcheggio multipiano di via Mariano IV. I consiglieri comunali Francesco Federico, Efisio Sanna, Peppi Puddu, Maria Obinu, Patrizia Cadau, Monica Masia, Vincenzo Pecoraro, Andrea Riccio e Anna Maria Uras, sono i firmatari della richiesta inviata al presidente del Consiglio, Antonio Franceschi, per la nomina della commissione speciale che in tre mesi dovrà fare le verifiche per capire cosa stia impedendo la ripresa dei lavori.Secondo i piani, dovevano essere invece ultimati il 3 giugno, invece si è ben lontani dal conoscere la fine dell'appalto iniziato sotto l'amministrazione Tendas e impantanatosi da oltre un anno sotto la giunta Lutzu. «È un appalto da 4 milioni, ma i ritardi - come hanno detto i firmatari della richiesta - potrebbero costringere il Comune a restituirne 3 milioni, trattandosi di fondi della Legge 37 che impone la rendicontazione degli stati di avanzamento».Fino a oggi, l'unico stato di avanzamento presentato dall'impresa, per circa 600mila euro, risale al 26 maggio del 2017 «e ciò significa che negli ultimi sedici mesi l'impresa ha eseguito opere per un importo inferiore ai 250mila euro», ha spiegato Efisio Sanna che, da ex assessore ai Lavori pubblici, ha ricostruito la vicenda dell'opera tanto attesa. «I lavori sono bloccati da quasi un anno e mezzo - ha detto Efisio Sanna - compresi quelli del parcheggio che, l'allora assessore ai Lavori pubblici, Riccardo Meli, aveva assicurato sarebbero continuati per essere conclusi entro otto mesi. Il tutto nel totale silenzio, anche da parte delle associazioni dei commercianti - ha detto Sanna -, in testa la Confcommercio che in passato giustamente sollecitava il Comune affinché l'appalto partisse».Nel frattempo, il Comune ha rinnovato, spendendo 60mila euro, per altri nove mesi il contratto d'affitto dei locali di via Cimarosa dove attualmente operano i commercianti del mercato. Questi ieri mattina hanno accolto favorevolmente l'iniziativa dell'opposizione. «Era ora. Stavamo pensando di rivolgerci a un avvocato», ha detto Fabrizio Fais, uno degli operatori, ai consiglieri che gli consegnavano copia del documento da loro firmato. «Non cerchiamo colpevoli, ma vogliamo capire cosa sia accaduto - concludono i consiglieri -. Non crediamo che l'impresa abbia sospeso i lavori di fronte al costo di 25mila euro per smaltire l'amianto. Era già tutto previsto nel progetto».

Richiedi una prova gratuita

Compila il form per ricevere gratis e senza impegno tutte le gare profilate per il tuo settore