scarica l'app Telemat
MENU
Chiudi
09/02/2021

Mercati domenicali ed editoria: fondi per liquidità e occupazione

Il Messaggero - Fa.Ro.

LE INIZIATIVE
IMPRESE EDITRICI, RADIO E TV POTRANNO PRESENTARE DOMANDA DAL 10 FEBBRAIO
ROMA Un milione e mezzo di euro per aiutare gli operatori dei mercati domenicali (non di generi alimentari) a superare questi momento di grande difficoltà. E due milioni per il settore dell'editoria: radio, televisioni, testate cartacee e online. Dalla Regione Lazio arrivano altri due bandi per i ristori delle attività economiche duramente colpite dalla pandemia di Covid-19. I BANCHI I contributi del primo bando, a fondo perduto, (600 euro per ogni concessione di posteggio) sono pensati per portare ristoro agli operatori del settore non alimentare, «per i danni economici prodotti dalla lunga situazione di crisi sanitaria e sono finalizzati ad affrontare i loro bisogni di liquidit». In particolare, si legge nel documento della Regione, servono, «per sostenere le micro, piccole e medie imprese (Mpmi) attive nei mercati domenicali chiusi dai provvedimenti restrittivi della Regione Lazio per i mesi di novembre e dicembre». Si potranno presentare fino a un massimo di tre richieste di contributo - che potranno essere inoltrate in un'unica istanza - riguardanti tre diverse concessioni di posteggio, intestate alla stessa impresa commerciale, per un contributo massimo complessivo di 1.800 euro. La domanda dovrà essere presentata esclusivamente attraverso lo sportello telematico disponibile alla pagina web dedicata - https://ristoriambulanti.regione.lazio.it/ - che, aperta lo scorso 27 gennaio, sarà attiva fino alle 10 di lunedì 1° marzo. IL SETTORE Il secondo bando vuole invece offrire un ristoro dei danni economici subiti dalle imprese editrici di quotidiani e periodici, radio e tv operanti nel Lazio, a causa della crisi e, nel contempo, «contribuire a favorire lo sviluppo equilibrato del mercato della comunicazione, rafforzare la competitività e sostenere l'occupazione del settore». Il bando, che aprirà mercoledì 10 febbraio, ha una dotazione di 2 milioni di euro. Il contributo sarà calcolato in base a due criteri: il fatturato del 2019 e il numero di unità di personale, ai quali si aggiunge un premio per chi, nei 24 mesi antecedenti alla pubblicazione del bando, abbiano svolto iniziative tipo: a favore della fruizione dei non vedenti e non udenti; contro le discriminazioni e per l'integrazione sociale e civile delle minoranze e per i diritti di cittadinanza; per le pari opportunità; per l'educazione alla legalità e alla lotta alle mafie. «Anche un settore fondamentale come quello dell'informazione e dell'emittenza radiotelevisiva, specie quello locale, ha sofferto a causa della pandemia di Covid-19 - spiega l'assessore regionale allo sviluppo economico, Paolo Orneli - Per questo abbiamo voluto mettere in campo una misura che avesse modalità di accesso semplici e garantisse ristori in tempi brevi per queste realtà».

Foto: Porta Portese, il principale mercato domenicale della Capitale