scarica l'app
MENU
Chiudi
26/06/2020

Mense e pulizie Addetti chiedono la proroga della cassa

La Stampa - MT. B.

CUNEO / LA GIORNATA IN SETTE NOTIZIE
Presidio sotto la Prefettura, ieri, di una trentina di lavoratori e sindacalisti di Filcams-Cgil, Fisascat-Cisl e Uiltucs, per chiedere garanzie occupazionali, la proroga per almeno 27 settimane della cassa integrazione Covid-19 e velocità nei pagamenti da parte dell'Inps nel settore degli appalti mense e pulizie in scuole ed aziende. Oltre mille gli addetti nella Granda, nel pubblico la maggior parte «sono senza stipendio da tre mesi per responsabilità delle aziende che non hanno anticipato gli assegni, e per il grave ritardo dell'indennità da parte dell'Inps». Nel privato, i lavoratori stanno esaurendo la cassa in deroga, perché l'azienda committente non ha, a sua volta, dipendenti diretti in cassa integrazione. Una delegazione di sindacalisti ha incontrato il prefetto, Giovanni Russo. - © RIPRODUZIONE RISERVATA