scarica l'app Telemat
MENU
Chiudi
31/08/2021

Mensa più biologica con il nuovo appalto da quasi 2 milioni

Messaggero Veneto - Guglielmo Zisa

Servizio assegnato sino al 2027 a una società di Vicenza Recupero del cibo non usato, premiata l'economia solidale SPILIMBERGO Mensa più biologica con il nuovo appalto da quasi 2 milioni Servizio assegnato sino al 2027 a una società di Vicenza Recupero del cibo non usato, premiata l'economia solidale SPILIMBERGO
Guglielmo Zisa / SPILIMBERGOAggiudicato definitivamente l'appalto per il servizio di refezione per alunni e insegnanti delle scuole cittadine e per i dipendenti del Comune di Spilimbergo. Delle tre offerte pervenute in risposta al bando indetto dal Comune a maggio, la giunta Sarcinelli, facendo seguito alla valutazione di una commissione di esperti, ha deciso d'affidare il servizio alla Serenissima Ristorazione Spa, importante realtà nel settore della ristorazione commerciale e collettiva, con sede legale a Vicenza.Gestirà la mensa scolastica alla Casa dello Studente di via Udine per i prossimi sei anni, a fronte di un importo annuo di 331.362 euro. La spesa per l'intera durata dell'appalto (2021-2027) assomma a 1.988.172 euro. A fare la differenza, convincendo la commissione esaminatrice e di conseguenza l'esecutivo Sarcinelli, la rispondenza fra l'offerta e l'atto di indirizzo con cui la giunta, ancor prima di indire l'appalto, ne stabilì i contenuti, puntando a un miglioramento della qualità del servizio. Motivo per cui l'appalto durerà sei anni e sarà regolato da penali in caso di inosservanza delle disposizioni.La progettazione del servizio parte dalla valenza educativa del momento in cui gli studenti pranzano, assieme agli insegnanti; riflessioni raccolte anche dal confronto con la commissione mensa.Per la scuola primaria, cui saranno destinati 42.500 pasti annui (il 58% del totale), è previsto il servizio al tavolo, garantendo una migliore ottimizzazione del tempo dedicato al pasto. Insegnanti e alunni avranno lo stesso menu, caratterizzato da una quota non inferiore al 50% di prodotti di derivazione biologica. Gli altri pasti verranno preparati per la scuola dell'infanzia "Marco Volpe", per gli alunni del doposcuola, per gli studenti dell'istituto "Il Tagliamento" e per i dipendenti comunali. Il refettorio sarà a esclusivo uso scolastico, quindi altre utenze non verranno servite promiscuamente con gli alunni.Premiate anche le proposte utili al recupero del cibo non utilizzato, come forma di economia solidale e in collaborazione con le organizzazioni sociali che si occupano delle persone indigenti. Nell'importo complessivo dell'appalto è previsto un investimento di almeno 90 mila euro per il rinnovo delle attrezzature in cucina e nei locali annessi.Il nuovo anno scolastico si aprirà, dunque, a Spilimbergo con una mensa scolastica profondamente rinnovata e migliorata, offrendo ai numerosi utenti un servizio di livello. --© RIPRODUZIONE RISERVATA