scarica l'app
MENU
Chiudi
05/07/2019

Maxi appalto per i rifiuti entro dieci giorni il bando

La Stampa - PATRIZIA MAZZARELLO

scullino sulla fiducia: " non l 'ho neppure guardato"
VENTIMIGLIA Con l'approvazione di una variante di 200 mila euro ed un intervento un po' sibillino del sindaco Gaetano Scullino che a sorpresa si è presentato dicendo, «voto sulla fiducia, l'appalto non l'ho neanche guardato», ieri mattina la Conferenza dei sindaci dell'area intemelia ha dato l'ultimo via libera alla gara d'appalto comprensoriale: entro 10 giorni al massimo dovrà essere pubblicato il bando ed entro il prossimo autunno si conoscerà quindi il nome dell'azienda vincitrice della gara, chiamata a presentare il progetto esecutivo per un importo complessivo di circa 90 milioni di euro. L'appalto, che vede Ventimiglia Comune capofila, entrerà a regime nei primi mesi del prossimo anno con un sistema misto. In alcuni Comuni, come Vallebona, Soldano e Dolceacqua, vi saranno solo isole ecologiche. In altri, come Pigna e Camporosso, isole e raccolta porta a porta. Ventimiglia ha scelto tutte e tre le soluzioni: porta a porta nella zona urbana, isole ecologiche o raccolta di prossimità in alcune frazioni. E il sindaco di Ventimiglia? Gaetano Scullino, che ha partecipato per la prima volta alla Conferenza dei sindaci, ma in qualità di Comune capofila è chiamato ad un ruolo di primo piano, pur tra mille ringraziamenti e apprezzamenti, è sembrato volersi smarcare:« L'amministrazione di Ventimiglia - sottolinea il primo cittadino ha votato favorevolmente solo per rispetto del lavoro già svolto dalla precedente amministrazione e per non bloccare un bando in sospeso ormai da troppo tempo. Avevamo - aggiunge Scullino - criticato aspramente durante la campagna elettorale le cinque proroghe tecniche da noi non condivise. Non potevamo quindi adesso bloccare tutto! Abbiamo quindi deciso di approvare sulla fiducia, nella convinzione che gli uffici competenti abbiano svolto un buon lavoro». E, a scanso di equivoci precisa: «Sono certo che i 18 Comuni abbiano fatto il meglio, ma è giusto si sappia che non siamo entrati nel merito e che questo appalto non lo abbiamo fatto noi». Parole che hanno fatto registrare malumore tra i sindaci. E provocato la reazione di Davide Gibelli, di Camporosso, vicepresidente della Conferenza dei sindaci, il quale mette le mani avanti: «Ventimiglia è il Comune capofila e deve continuare ad esserlo. Noi riteniamo di aver fatto il massimo ma se c'è qualche piccola falla va corretta subito. E ci deve essere da parte di tutti la consapevolezza che sino ad oggi siamo andati avanti come se avessimo guidato tutti insieme una grande bici a 18 pedali, con Ventimiglia quale conducente. Il nuovo appalto risponde ad esigenze di legge ma vuole essere anche un strumento per rendere più efficace ed efficiente il servizio, migliorarlo economicamente e far aumentare la raccolta differenziata». -

Foto: Il sindaco Gaetano Scullino