MENU
Chiudi
17/07/2018

Marta Artico / MARCONImprovvisa fiammata sulla vic…

La Nuova Venezia

Marta Artico / MARCONImprovvisa fiammata sulla vicenda degli impianti sportivi di Marcon, sui cui si stanno concentrando le speranze e le attese di molte squadre di varie discipline. Sono stati infatti pubblicati gli avvisi esplorativi per verificare se ci siano soggetti interessati a partecipare alla procedura negoziata per gestire lo stadio Nereo Rocco di Marcon e gli impianti sportivi di Gaggio e San Liberale. Per partecipare alla manifestazione di interesse finalizzata all'affidamento mediante appalto degli impianti, c'è tempo fino al 27 luglio. Agli attuali gestori degli impianti era stata concessa una proroga di sei mesi, che scade a fine anno. Le opposizioni marconesi durante l'ultimo consiglio hanno chiesto lumi al sindaco, per conoscere le intenzioni del Comune in merito alla gestione degli impianti e alle proroghe. «Per quel che riguarda gli impianti sportivi compreso lo stadio Nereo Rocco», dice il sindaco, Matteo Romanello, «il Comune si impegna sulla base delle progettualità a finanziare investimenti, opere e manutenzioni. Questa evidenza ci permette di dire che, se ci fosse una società che vuole investire su queste strutture con un progetto di fattibilità presentandolo alla giunta, faccio un esempio, magari per costruire un campo sintetico, allora potremmo valutare in separata sede eventuali proposte per migliorare le strutture. Noi abbiamo portato le concessioni a tre anni, ma, ripeto, se una società volesse investire 300 mila euro e ci dicesse che le serve una concessione più lunga, sulla base di un progetto possiamo portarla anche a dieci anni. Se c'è la disponibilità siamo favorevoli a collaborare e andare incontro in tutti i modi privati e associazioni per migliorare gli impianti, fondamentale in tempo di crisi». Altra partita, è quella che riguarda il Palazzetto dello sport, il cui bando dovrebbe uscire a stretto giro. «Il palazzetto ha una valenza economica, a differenza del passato il comune lo identifica come uno spazio pubblico: valorizzando bar, strutture e servizi si possono trovare disponibilità economiche da reinvestire nell'impianto, ma sottolineo che un grosso punteggio viene dato alle associazioni del territorio. Il bando uscirà a giorni, non appena sarà stato valutato dalla stazione unica appaltante della Città metropolitana». Critico il consigliere d'opposizione Andrea Follini: «Sono preoccupato perché c'è poca chiarezza, le manifestazioni d'interesse sono complicate, le concessioni erano state già prorogate da noi di un anno, adesso di sei mesi. Il 31 dicembre è in piena stagione sportiva, se vince una società nuova, anche in regime di deroga, cosa succede? ». - BY NC ND ALCUNI DIRITTI RISERVATI

Richiedi una prova gratuita

Compila il form per ricevere gratis e senza impegno tutte le gare profilate per il tuo settore