scarica l'app Telemat
MENU
Chiudi
29/09/2020

MARCIANISE Franco Agrippa I lavori di adeguamento …

Il Mattino

MARCIANISE
Franco Agrippa
I lavori di adeguamento dell'ospedale Anastasia Guerriero inizieranno fra qualche mese, così potrà diventare a pieno titolo D.e.a. di primo livello. Sono le rassicurazioni ricevute da una delegazione di Cittadini in Movimento nel corso di un colloquio con il direttore generale dell'Asl Caserta, Ferdinando Russo. L'associazione, che alle ultime amministrative ha presentato una lista a sostegno dell'ex sindaco Antonello Velardi, nei mesi scorsi aveva inoltrato ai vertici dell'Asl una petizione sottoscritta da quasi 1000 marcianisani, in cui si chiedeva lo stato e i tempi per la ristrutturazione e l'ampliamento del nosocomio.
Accogliendo la petizione, il direttore generale dell'Asl ha ascoltato nel suo ufficio una delegazione dell'associazione composta da Luigi Diodato, Lorenzo Piccolo e Francesco Lampitelli. Nel corso dell'incontro è stato chiesto al direttore se fossero già in atto le gare d'appalto per l'esecuzione dei lavori e quali fossero le tempistiche per l'inizio dei lavori all'ospedale. Russo ha tranquillizzato gli interlocutori: dopo lo stanziamento di 23 milioni di euro, sono stati ultimati tutti i vari step procedurali, ed è stato approvato il progetto finale, ovvero quello esecutivo. «A tal proposito hanno riferito gli attivisti dell'associazione - il direttore ha sottolineato che sono in corso le gare d'appalto per l'esecuzione dei lavori e che potrebbero partire già da fine 2020. Le opere di ristrutturazione più preganti ricomprendono l'istituzione dell'U.t.i.c. (unità di terapia intensiva coronarica, per il trattamento di pazienti affetti da patologia cardiaca acuta), della sala di terapia intensiva e dell'orto-traumatologia, nel complesso il progetto interesserà un restyling di tutta la struttura con l'implementazione di tutti i reparti e della capienza che sarà portata a 180 posti letto, nonché la messa a nuovo del parcheggio».
Il progetto che sarà realizzato, nel complesso, proietterà la struttura a diventare un D.e.a. di primo livello. Inoltre, a rafforzare tale prospettiva, sarebbero disponibili per i prossimi anni ulteriori fondi europei che ammontano a circa 70 milioni di euro che potranno garantire la dotazione di apparecchiature mediche all'avanguardia, oltre che aumentare i posti letto fino a 250 complessivi. E non solo, perché è intenzione dei vertici dell'Asl di dotare l'ospedale di Marcianise di risorse umane d'eccellenza, portando in sede le migliori professionalità.
© RIPRODUZIONE RISERVATA