scarica l'app
MENU
Chiudi
24/08/2018

Manutenzione pullman Corte dei Conti avvisata

La Prealpina

NUOVA BUFERA SU AMSC
Il servizio è stato inter nalizzato. Nel frattempo però il Comune vuole vederci c h i a ro
L ' anticorruzione teme ci siano irregolarità GALLARATE -Il caso degli affidamenti di Amsc per la manutenzione degli autobus finisce sul tavolo della Corte dei Conti. «Atto dovuto», lo definisce il vicesindaco Moreno Carù, che aveva chiesto chiarimenti al responsabile anticorruzione della ex municipalizzata. Che nel frattempo ha internalizzato il servizio. Spetterà alla Corte dei Conti stabilire se Amsc abbia violato le regole sulla concorrenza e sulle forniture, e quali potranno essere le conseguenze, nel procedere a una serie di affidamenti in sequenza a un ' azienda specializzata per effettuare la manutenzione della flotta di autobus del servizio di trasporto pubblico urbano. Affidamenti sotto soglia Il caso era salito alla ribalta nei mesi scorsi, quando il socio proprietario di Amsc, l ' amministrazione comunale, aveva preso carta e penna, per mano del vicesindaco e delegato alle partecipate Moreno Carù, per chiedere conto al responsabile prevenzione della corruzione della ex municipalizzata sugli affidamenti diretti, sotto la soglia che per legge impone di procedere a una gara d ' appalto, assegnati nel corso degli anni per la manutenzione dei bus. Nei giorni scorsi il Comune, che aveva segnalato il caso, ha ricevuto una risposta alle domande sugli affidamenti che aveva fatto il 29 maggio scorso con una nota. Secondo il dottor Paolo Mariconda, responsabile prevenzione della corruzione di Amsc, gli affidamenti effettuati dal 2013 al 2018 presenterebbero delle irregolarità. Dopo una prima gara d ' appalto, che sarebbe stata bandita per un importo insufficiente a coprire le effettive esigenze della società, i successivi interventi di manutenzione richiesti a Dsc Carri, ripetuti nel tempo nell ' ultimo quinquennio, sono stati effettuati tramite affidamento diretto. Appalto manutenzione Una scelta, operata dalla dirigenza Amsc sotto la gestione di nomina della passata amministrazione Guenzani, che non rispetterebbe le normative. Amsc probabilmente avrebbe dovuto assegnare un vero e proprio appalto per la manutenzione tramite gara e non ripetere gli affidamenti per importi inferiori alla soglia prevista dalla legge. Data la risposta ricevuta, l ' amministrazione ha trasmesso la segnalazione alla Corte dei Conti, come da prassi nel momento in cui si viene a conoscenza di una irregolarità amministrativa. «Un atto dovuto», lo definisce il vicesindaco Carù, che ha provveduto a trasmettere gli atti del responsabile anticorruzione all ' organismo contabile dello Stato. Scelte del passato Gli atti si riferiscono al periodo 2013-18, a cavallo delle due gestioni della società, sotto il governo di centrosinistra e poi sotto quello di centrodestra del sindaco Andrea Cassani. In casa Amsc si attendono gli eventuali riscontri della Corte dei Conti, nella consapevolezza che questi affidamenti sotto soglia fanno parte del passato, visto che attualmente il servizio di manutenzione dei pullman è stato internalizzato. In una prima fase anche la nuova gestione Campari aveva reiterato la pratica " ereditata " degli affidamenti diretti, per via dell ' impraticabilità dell ' effettuazione di una vera e propria gara d ' appalto, nel limbo di un servizio che nell ' ultimo periodo ha oscillato tra l ' ipotizzata privatizzazione, su mandato dell ' amministrazione comunale che aveva promosso una manifestazione d ' interesse per la cessione del ramo d ' azienda, e la più volte rimandata attivazione della nuova gara per l ' affidamento del servizio di trasporto pubblico da parte dell ' agenzia di bacino, un percorso che è atteso al traguardo entro giugno 2019. Andrea Aliverti