scarica l'app Telemat
MENU
Chiudi
31/07/2021

«Maniago è Comune modello per i contributi salva-imprese»

Messaggero Veneto - Giulia SacchiG.S.

Il presidente mandamentale dell'Ascom: è stato l'atto più significativo del 2021 A disposizione 285 mila euro a fondo perduto suddivisi in base a una graduatoria COMMERCIO
Giulia Sacchi / ManiagoManiago comune modello sul fronte degli stanziamenti ai commercianti per cercare di dare un contributo in questo momento di difficoltà: l'ha messo in evidenza Ascom, esprimendo apprezzamento verso il bando municipale da 285 mila euro per sostenere le imprese colpite dalla pandemia con stanziamenti a fondo perduto. L'intensità contributiva è importante, come messo in luce dall'assessore Cristina Querin: da 500 a 3 mila euro, potenziabili con fondi residui al netto della graduatoria.«Anche se non siamo usciti completamente dalla pandemia, con il settore del terziario ancora in sofferenza per una ripresa che stenta a decollare, quello del Comune di Maniago, in particolare dell'assessorato al commercio, è stato l'atto più significativo del 2021 finalizzato a sostenere le nostre imprese, che potranno beneficiare di contributi a fondo perduto grazie a un bando comunale da 285 mila euro - ha detto il presidente mandamentale di Ascom-Confcommercio, Flavio Rosolen -. Del resto, l'importo contributivo qui è stato maggiore che altrove: da 500 a 3 mila euro, incrementabili con fondi residui al netto della graduatoria». Se le domande non dovessero esaurire il fondo, è infatti prevista un'immediata redistribuzione proporzionale tra i richiedenti, evitando successive richieste da parte delle imprese. Ora il presidente Rosolen fa appello alle tante piccole imprese, associate e no, affinché diano la loro adesione, dal momento che il termine di presentazione delle domande è fissato al 20 agosto. Per andare incontro e assistere le piccole aziende è operativo all'Ascom il Cat (Centro di assistenza tecnica imprese del terziario), il cui responsabile è Luca Penna (0434-549414). Assieme ai funzionari del Comune, si è adoperato nella stesura del bando. Per Rosolen «significativo è stato il lavoro svolto dalla terza commissione, che ha esaminato e integrato il bando con anche le osservazioni fatte del consigliere di opposizione Marco Avon (Nuova linfa) sullo sviluppo del commercio». Avon aveva proposto l'abbassamento della percentuale di perdita di fatturato e di non fare avanzare fondi messi a bando, ma di pensare a una redistribuzione proporzionale in caso di avanzi. --© RIPRODUZIONE RISERVATA