MENU
Chiudi
12/10/2018

Maggioranza in pressing sul bando «Adesso rimediare al pasticcio»

Gazzetta del Sud

Montepaone, la graduatoria per la videosorveglianza
Presentata istanza di riesame. Secca replica all ' opposizione Un errore aver considerato il centro al di sotto dei cinquemila a b i ta n t i
M O N T E PAO N E «Il Comune di Montepaone presenterà istanza di riesame della graduatoria e se ciò non dovesse essere sufficiente ricorrerà alla giustizia amministrativa». La vicenda legata al mancato inserimento del Comune di Montepane tra i beneficiari dei contributi per la videosorveglianza, apre le porte ad uno scontro tra amministrazione e Regione Calabria. I fatti ruotano attorno i criteri per determinare la popolazione da tenere in considerazione per collocare il Comune in quelli con più o meno di 5.000 abitanti. Un elemento che ha riacceso nei giorni scorsi gli antagonismi anche tra le forze contrapposte in consiglio comunale, a cui il sindaco Mario Migliarese replica ricordando le posizioni assunte dalla minoranza all ' interno dei consigli comunali. «Nei giorni scorsi - spiega il sindaco - è stata pubblicata dalla Regione Calabria la graduatoria relativa all ' avvi so per " servizi di base e rinnovamento zone rurali " . Il progetto presentato, per ora, è stato escluso poiché secondo la Regione la popolazione del Comune è superiore ai 5.000 abitanti, requisito richiesto dall ' avviso. Prima ancora di affrontare la motivazione resa dalla Regione, spiace rilevare che il gruppo di opposizione è tornata a recitare il copione dei primi anni di consiliatura, e che sembrava aver abbandonato negli ultimi tempi. E cosi invece di esortare l ' Amminist razione a intraprendere le opportune azioni amministrative giudiziarie volte a tutelare gli interessi della collettività, preferisce strumentalizzare l ' accadu to, accusando la maggioranza di " er rori invincibili " e volontà di non rispettare la legge. In realtà in questo caso, se di svista si può parlare, è stata commessa allo stesso modo anche dall ' opposizione. Quest ' ultima dimentica di aver dato il proprio voto favorevole in Consiglio all ' approvazio ne del Piano strutturale comunale, necessario per partecipare alle misure finanziarie in questione». Entrando nel merito della questione il sindaco continua: «La Regione Calabria, proprio in forza della suddetta delibera di Consiglio Comunale, ha classificato il Comune di Montepaone nella fascia D dei comuni inferiori ai 5000 abitanti. Inoltre in altra procedura legata al PSR, e rivolta ai Comuni con popolazione superiore ai 5000 abitanti, il Comune di Montepaone non è stato ammesso perché per la Regione è ricompreso nei comuni con popolazione inferiore. Le due decisioni sono in evidente contraddizione tra loro. Nella condotta dell ' Amministrazione Comunale non c ' è nessuna violazione della legge o errori invincibili. Il problema nasce dal fatto che la Regione Calabria, nei suoi bandi non specifica il criterio per determinare la popolazione. Ed infatti se si considera la popolazione legale si deve prendere a riferimento il dato Istat al 2011, al contrario per la popolazione " re a l e " valgono le liste anagrafiche comunali. E ' solo l ' ambiguità del bando Regionale che crea l ' e q u ivo co che dovrà essere risolto dai competenti organi». sa .am.

Foto: Il municipio. Il bando sulla sicurezza ha agitato le acque in consiglio comunale

Richiedi una prova gratuita

Compila il form per ricevere gratis e senza impegno tutte le gare profilate per il tuo settore