scarica l'app
MENU
Chiudi
20/11/2019

Lucca Crea: «I compensi ai felpati? E’ stato rispettato il contratto»

QN - La Nazione

COMICS & GAMES
Secca replica di Lucca Crea sul caso dei compensi ai "felpati". «Lucca Crea srl è una società pubblica soggetta alla disciplina del "Codice degli appalti" (d.lgs. 18.4.2016 n.50), che impone alla stazione appaltante di assicurarsi che il vincitore di un bando pubblico di gara, per l'affidamento di un servizio, applichi ai propri dipendenti il contratto collettivo nazionale del lavoro in vigore per il settore, stipulato dalle associazioni dei datori di lavoro e dei prestatori di lavoro comparativamente più rappresentative sul piano nazionale. Lucca Crea srl deve imporre - e infatti ha imposto - tale adempimento al vincitore della gara G.S.I. Security Group srl di Milano, che ha applicato ai propri dipendenti impiegati nell'appalto di portierato e custodia con Lucca Crea srl il CCNL per "Dipendenti da Istituti e Imprese di vigilanza privata e servizi fiduciari" - Sezione Servizi Fiduciari - stipulato in data 8 aprile 2013 dai sindacati dei lavoratori Fisascat Cisl e Filcams Cgil». «Questo CCNL regola il settore oggetto dell'appalto di Lucca Crea srl. Lucca Crea srl non può - perché la normativa glielo vieta - imporre al vincitore di un bando l'applicazione di un contratto collettivo nazionale di lavoro diverso e/o l'applicazione di una paga oraria minima superiore a quella stabilita dal CCNL in vigore per il settore. Quindi, G.S.I. Security Group s.r.l. non ha mai applicato ai propri dipendenti impiegati nell'appalto di portierato con Lucca Crea srl, né avrebbe potuto farlo, il contratto per i "dipendenti di istituti e imprese di vigilanza privata e servizi fiduciari" stipulato l'8 marzo 2017 dai sindacati Conf.i.a.l. e Consil, bensì quello del 2013 siglato da Fisascat-Cisl e Filcams-Cgil».