scarica l'app
MENU
Chiudi
02/07/2019

L’ospedale cerca un direttore C’è il bando, incarico di 5 anni

Messaggero Veneto - Donatella Schettini

SAN VITO AL TAGLIAMENTO
Donatella SchettiniSAN VITO. L'Azienda per l'assistenza sanitaria 5 cerca un direttore di presidio per l'ospedale di San Vito al Tagliamento-Spilimbergo. A sei mesi dal pensionamento dell'ex direttore Roberto Celotto, il commissario dell'azienda, Eugenio Possamai, ha approvato il bando per individuare il successore.Si tratta di uno dei posti vacanti nelle strutture ospedaliere dell'azienda pordenonese: è una direzione medica di presidio che ha la forma di una struttura complessa.«Considerato - afferma la Aas 5 - che è auspicabile garantire la piena stabilità alla struttura operativa, onde corrispondere alla funzionale operatività della stessa, sia in termini organizzativi sia prestazionali, ed assicurare il mantenimento dei livelli essenziali di assistenza, visti i tempi tecnici, utili al compimento di quanto prefissato, si rende urgente e necessario avviare idonea procedura selettiva volta all'individuazione di adeguata figura apicale che assicuri la direzione ed il governo della struttura medesima».Per questo motivo è stato approvato dal commissario il bando per pubblico avviso, per titoli e colloqui, per il conferimento di questo incarico per la struttura complessa. Incarico avrà una durata di cinque anni. Per poter concorrere primo requisito è la laurea in medicina e una serie di richieste che sono esplicitate nel bando.Al momento dell'uscita per pensionamento di Celotto, il 22 dicembre scorso, la Aas 5 aveva nominato come dirigente sostituto l'allora direttore sanitario Giuseppe Sclippa, oggi vicecommissario. Allora l'azienda aveva chiarito che attendeva per verificare che non ci fossero modifiche nell'assetto organizzativo dell'azienda stessa per poter procedere con la sostituzione.Adesso l'approvazione da parte del commissario del bando che porterà alla nomina di un direttore di presidio.L'ospedale di San Vito al Tagliamento sta attraversando un periodo di trasformazione grazie agli investimenti che sono stati realizzati negli ultimi anni.È stata rifatta una parte della facciata con un nuovo accesso per la zona dei prelievi di sangue, spostata in locali nuovi. Sono anche cominciati i lavori per il rifacimento della parte di facciata sopra all'attuale ingresso.Si è interventi anche nei reparti: quello di medicina, ad esempio, ha una parte nuova con stanze a due letti e tutti i comfort. Gli interventi proseguono con la facciata sopra all'attuale ingresso, che sarà uniformata a quella nuova, che diventerà ingresso del solo pronto soccorso a lavori ultimati. L'ingresso principale sarà quello dei prelievi.Questi cambiamenti hanno dato una nuova immagine all'ospedale. -- BY NC ND ALCUNI DIRITTI RISERVATI