scarica l'app
MENU
Chiudi
12/06/2019

Logistica sostenibile tanti i progetti in campo

La Gazzetta Del Mezzogiorno

MANDURIA CONFRONTO MODERATO DA BRUNO VESPA CON I RAPPRESENTANTI DEL GOVERNO GAVA E CATIELLO
Dibattito con due sottosegretari ed Emiliano
NANDO PERRONE l MANDURIA. Mobilità a impatto zero lungo le autostrade del mare con navi alimentate con batterie al litio quando sono ferme nei porti e con propulsione a gas naturale liquefatto. Navi peraltro che sono in grado di aspirare la plastica dal fondo del mare. E' la logistica sostenibile proposta da Alis, un network che oggi conta più di 1.400 aziende associate, oltre 152.000 unità di forza lavoro, un parco veicolare di oltre 106.000 mezzi con più di 140.500 collegamenti marittimi annuali e più di 125 linee di autostrade del mare. L'Associazione Logistica dell'Inter modalità Sostenibile ha presentato l'al tro ieri sera, nella cornice di Masseria Li Reni, i propri progetti sulla logistica sostenibile e le proprie proposte sulla semplificazione normativa a tutela del Made in Italy. Un confronto, moderato dal padrone di casa Bruno Vespa, sul mondo dell'impresa e del trasporto sostenibile con autorevoli rappresentanti del governo e con esperti professionisti. Molto interessante l'intervento di Guido Grimaldi, presidente di Alis, che ha riepilogato le quattro priorità: la tutela dell'ambiente; lo sviluppo e la sostenibilità economica; la creazione di nuovi posti di lavoro; la semplificazione delle normative. E' poi intervenuto il governatore della Regione Puglia, Michele Emiliano, il quale, dopo aver elogiato l'opera di Alis, ha convenuto sul fatto che la burocrazia «non nemica dolo del mondo produttivo, ma anche della politica». Occorrerebbe semplificare, in primis, il nuovo Codice degli Appalti. Sono quindi seguiti due panel: il primo sul tema "Contratto Collettivo Nazionale di Lavoro e opportunità occupazionali per una concorrenza leale in un mercato aperto»" e il secondo sul tema "Sostenibilità, incentivi e semplificazione per la tutela del Made in Italy". Nel corso del dibattito, la sottosegretaria di Stato all'Ambiente, on. Vannia Gava, e la sottosegretaria alla presidenza del Consiglio dei Ministri, on. Giuseppina Catiello, hanno assunto l'impegno di intervenire, congiuntamente, per facilitare i transiti da est a ovest delle merci e dei trasportatori, anche stranieri. Il forum è servito, altresì, per analizzare l'andamento del mercato del lavoro. «Occorre formare i ragazzi per andare incontro alle richieste del mercato: meglio avere un ottimo tecnico che un mediocre laureato» è stato rimarcato. Sergio Prete, presidente dell'autorità di sistema portuale del Mar Ionio, ha infine annunciato l'imminente concessione che sarà rilasciata ad un nuovo importante terminalista. INTERVENTO Giuseppina Catiello