scarica l'app
MENU
Chiudi
26/05/2020

Lo storico mercato tornerà tra un anno a piazza Duomo

Il Messaggero

`Se a luglio ci sarà l'appalto tutto potrebbe avvenire non prima dell'autunno del 2021
LA NOVITA'
Il mercato non lascia, anzi raddoppia nonostante il Covid. Non solo in piazza d'Armi con le 60 concessioni attuali, ma anche in piazza Duomo dove torneranno i venditori ambulanti appena saranno completati i lavori di rifacimento della pavimentazione. Si parla di una cinquantina di banchi. La nuova ed elegante piazza Duomo in pietra bianca avrà una doppia vita: fino alle 14.30 sarà animata ogni giorno dal mercato, poi tornerà alla sua funzione di agorà per i cittadini. Se a luglio saranno appaltati i lavori per il rifacimento della piazza principale e del corso, come ipotizzato dall'assessore comunale e vice sindaco, Raffaele Daniele, il mercato non potrà tornare prima dell'autunno del 2021, prevede il presidente della Fiva-Confcommercio, Alberto Capretti. Agli operatori saranno fornite delle linee guida in corso di redazione; il futuro bando per ottenere un posto al sole in piazza Duomo avrà particolari requisiti. Addio ai gruppi elettrogeni, gli operatori potranno fare gli allacci per l'acqua la luce e gli scarichi alle colonnine denominate pilomat che saranno a scomparsa.
Anche per gli ambulanti che torneranno in piazza Duomo potrebbe essere possibile ottenere degli incentivi sul modello del fare centro. Vi sarebbe una ipotesi allo studio della Regione, Alberto Capretti. All'interno dell'ovale troveranno spazio prevalentemente i venditori di frutta, di formaggi e l'artigianato di qualità. Sembra sia stata abbandonata l'idea originaria dei box tutti uguali di diverso colore che avrebbero snaturato la storia dell'antico mercato, optando per una ripresa all'insegna della tradizione. Certo è che con la nuova pavimentazione, forse anche prima, saranno smantellate le casette di legno che si trovano sulla parte destra della piazza. Stessa fine dovrebbero fare quelle posizionate alla villa comunale. «Appena la Regione darà il via libera riprenderemo con gli eventi anche nel centro storico- spiega Capretti-. Non tutto è perduto per la Fiera di San Massimo che dovrebbe svolgersi il 14 giugno. Abbiamo già ricevuto le offerte; stiamo studiando con l'amministrazione le modalità di svolgimento, in attesa del pronunciamento della Regione. Ci è dispiaciuto che sia saltata, il 17 maggio scorso, la fiera di San Bernardino, ma non è stato possibile svolgerla causa Covid, come noto».
Nuovi orizzonti per il commercio ambulante anche nelle frazioni e nei quartieri cittadini, con i mercati rionali. «L'assessore Daniele sta lavorando ad una proposta per i mercati rionali itineranti- spiega Capretti-. Pensiamo di servire le frazioni più distanti stabilendo un giorno fisso a settimana per frazione. Cercheremo di suggerire le tipologie merceologiche adatte alla popolazione. Siamo soddisfatti perché il Comune ci sta lavorando concretamente». Il commercio ambulante in base a questo riferito dal rappresentate della Fiva starebbe vivendo un piccolo boom.
Antonella Calcagni
© RIPRODUZIONE RISERVATA