scarica l'app
MENU
Chiudi
18/11/2020

Lo scandalo della fogna nella piana lavori appaltati ormai da vent’anni

La Gazzetta Del Mezzogiorno

MAT TINATA LA GIUNTA INCARICA I TECNICI COMUNALI DEL MONITORAGGIO DELLE OPERE
Il progetto esecutivo fu approvato nell'ottobre del 2000, costo 2milioni di euro
l MATTINATA. «Completa re l'opera e consegnarla all'ente gestore» (l'Acquedot to pugliese «e metterla in funzione». E' questo l'obbiettivo affidato dalla giunta di Mattinata agli uffici comunali in relazione alla fogna nella piana, infrastruttura di primaria importanza per la comunità mattinatese e per l'economia turistica. Tante sono state le vicissitudini avvenute nel corso dei lavori dell'impian to. Adesso la nuova giunta comunale presieduta dal sindaco Michele Bisceglia ha dato agli uffici comunali l'in carico di avviare «una ricognizione generale dello stato di attuazione del procedimento relativo alla rete fognaria in fase di realizzazione nella piana di Mattinata; ed intraprendere tutte le iniziative necessarie, anche attraverso il ricorso a professionalità esterne con l'utilizzo delle risorse ancora disponibili nei capitoli di bilancio dell'ope ra». Con deliberazione di giunta dell'ottobre del 2000, vent'anni fa, fu approvato il progetto esecutivo dei lavori di adeguamento e completamento della rete fognaria comunale («lotto funzionale: costruzione fognatura nera nella Piana») per un importo complessivo di 2 milioni 150 mila euro. A gennaio 2001 con determinazione del funzionario responsabile, a seguito dell'espletamento della procedura di gara, l'appalto dei lavori fu aggiudicato all'im presa «Ing. Vincenzo Strigari & c.» di Napoli; a marzo 2001 fu stipulato il contratto di appalto. Nel 2002 fu nominata dalla giunta comunale la commissione di collaudo in corso d'opera dei lavori: Armando Serra, Luigi Vespasiano e Gaetano La Vopa. Poi il Comune garganico procedette alla risoluzione dei contratti di appalto dei lavori di adeguamento e completamento della rete fognaria comunale, stipulati con la ditta aggiudicataria di Napoli, lamentando un «grave inadempimento contrattuale e grave ritardo», la risoluzione riguarda il contratto principale stipulato a marzo 2001; e quello aggiuntivo, stipulato ad aprile 2003. Le operazioni della commissione di collaudo finalizzate alla verifica delle opere realizzate dall'impresa inadempiente ed alla stima della loro entità economica, a causa del decesso di uno dei componenti e della rinuncia dei restanti due componenti, non sono state portate a compimento e nel contempo si è proceduto alla revoca dell'in carico al direttore dei lavori. Adesso, considerato anche il notevole lasso di tempo trascorso dall'appalto datato oltre vent'anni fa , «è necessario dare impulso alle attività da porre in essere ed intraprendere tutte le iniziative necessarie, anche attraverso il ricorso a professionalità esterne con l'utilizzo delle risorse ancora disponibili nei capitoli di bilancio dell'ope ra» per quanto deciso dalla neo giunta comunale di Mattinata. Francesco Bisceglia .

Foto: MATTINATA Una veduta della piana