scarica l'app
MENU
Chiudi
30/06/2019

Liquami in discarica Nuova gara d’appalto per lo smaltimento

Il Centro

comune
TERAMO Parte la nuova gara d'appalto per il prelievo e lo smaltimento del percolato prodotto nell'ex discarica La Torre. È l'effetto innescato dalla determina dirigenziale con cui il Comune ha avviato la procedura che culminerà con il riaffidamento del servizio in scadenza a ottobre. Il provvedimento fissa i criteri di partecipazione alla gara e i termini temporali ed economici dell'attività richiesta al nuovo gestore. L'incarico avrà durata di tre anni, a partire dalla sottoscrizione del contratto, e la spesa prevista è di poco superiore a 1,3 milioni di euro. Le offerte andranno presentate al ribasso rispetto alla base d'asta che sarà ufficializzata nel bando di gara, considerato il costo unitario indicato in circa 31 euro per ogni tonnellata di percolato prelevato e smaltito. La spesa è ripartita nei prossimi tre anni, ma comprende anche l'ultimo scorcio del 2019 entro cui dovrebbe concretizzarsi l'avvicendamento nella gestione del servizio. L'importo, inoltre, è calcolato in base ai dati del triennio appena trascorso che fanno indicare al Comune una produzione di percolato fino al 2022 pari a oltre 12.700 tonnellate annue. Alla gara potranno partecipare ditte che hanno requisiti tecnici, comprese esperienze già maturate nel settore, e fatturato idonei al tipo di prestazioni richieste. Il Comune verificherà comunque non solo la congruità delle offerte, ma anche la moralità delle aziende concorrenti, riservandosi di escludere quelle che non dovessero rientrare nei parametri previsti per garantire il miglior andamento dell'attività. Finora prelievo, trasporto e smaltimento del percolato prodotto dall'ex discarica di contrada La Torre sono stati assicurati dalla ditta molisana 'Spurgo servizi ambiente' che si era aggiudicata la gara nel 2016. (g.d.m.) ©RIPRODUZIONE RISERVATA

Foto: L'ex discarica La Torre