MENU
Chiudi
28/07/2018

Linea 2, lunedì riaprono i cantieri Il Comune: fine lavori entro Natale

QN - La Nazione

di ILARIA ULIVELLI IL SINDACO ha ricominciato a respirare. La buona notizia, stavolta, lo ha raggiunto in vacanza. Lunedì si riaprono i cantieri per la realizzazione della linea 2 della tramvia, dove i lavoratori delle ditte in subappalto si erano fermati da un mese e mezzo, visto che Grandi Lavori Fincosit - che aveva in mano l'appalto - non pagava le imprese da giugno del 2017 (luglio e agosto erano stati pagati con delega da Tram spa). Un'opera a pochi passi dall'essere completata che ha rischiato di saltare in aria. Una bomba per l'amministrazione comunale, anche in vista delle prossime elezioni, che ora sembra disinnescata. Il condizionale è d'obbligo perché la questione è delicatissima, anche se un po' di sano ottimismo rischia di far bene. LA NOTIZIA che lunedì si tornerà a lavorare in cantiere è giunta ieri, nel corso della riunione che si è tenuta a Palazzo Vecchio. Intorno al tavolo, oltre all'assessore alla mobilità Stefano Giorgetti, i rappresentanti di Tram spa, del Consorzio Integra, Cmb e degli altri soci. E' stata Tram spa, la stazione appaltante dei lavori della tramvia, a comunicare che per il completamento delle opere civili della linea 2 Grandi Lavori Fincosit - che ha fatto ricorso al concordato in continuità per evitare il fallimento - è stata sostutuita dall'impresa di Carpi Cmb che ha fatto i lavori della linea 3. Un'operazione resa possibile grazie a una delibera dell'Ati (associazione temporanea d'imprese) dei costruttori che ha acconsentito a sostituire Cmb con Fincosit nel contratto. «Quello che abbiamo fatto è un vero miracolo - quasi esulta il presidente di Tram spa, Fabrizio Bartaloni - La decisione dei costruttori è un'assunzione di responsabiltà: io ho vissuto altre esperienze simili, sia in Tram sia fuori... E quando un'impresa arriva al concordato preventivo tutto si blocca». Il Comune chiede che i lavori vengano chiusi entro Natale. Un regalo sotto l'albero. Ma per ora neppure Tram spa se la sente di sbilanciarsi. Nei prossimi giorni sono in programma incontri per mettere a punto il nuovo cronoprogramma. Che Tram spa presenterà al sindaco al più tardi entro Ferragosto. PRIMA c'è da valutare tutto il lavoro da fare, nessuno si fida delle precedenti rassicurazioni date da Fincosit. Sarà una corsa contro il tempo: i cantieri resteranno aperti giorno e notte (unico stop, cinque giorni a cavallo di Ferragosto) per concludere il prima possibile le opere civili che consentano l'inizio delle prove di sottosistema anche nel tratto tra viale Redi e la Stazione, indispensabili per realizzare alcune ulteriori lavorazioni. Tram spa è già in causa con Grandi Lavori Fincosit e tiene bloccati i pagamenti. Questo sarà un tema spinoso. Perché per il lavoro pregresso con quei soldi dovrebbero essere pagate le ditte in subappalto. «Siamo molto soddisfatti per lo sblocco dei lavori - commenta l'assessore Stefano Giorgetti - La situazione era molto complessa ma con l'impegno di tutti siamo riusciti a far ripartire i cantieri». Ora il Comune starà col fiato sul collo alle imprese. Già lunedì sono previsto sopralluoghi sui cantieri. Fabrizio Bartaloni

Quello che abbiamo fatto è un vero miracolo. La decisione dei costruttori è un'assunzione di responsabiltà: quando una ditta arriva al concordato preventivo tutto si blocca


Stefano Giorgetti

Siamo molto soddisfatti per lo sblocco dei lavori: sinceramente la situazione era molto complessa ma con l'impegno di tutti siamo riusciti a far ripartire i cantieri


Tram non si sbilancia Ricalcoliamo i tempi

La stazione appaltante dei lavori della tramvia, Tram spa, non si sbilancia sulla messa in esercizio della linea 2: entro Ferragosto il nuovo cronoprogramma

Richiedi una prova gratuita

Compila il form per ricevere gratis e senza impegno tutte le gare profilate per il tuo settore