scarica l'app Telemat
MENU
Chiudi
13/04/2021

L’INCHIESTA MESTRE «Le inchieste della magistratur…

Il Gazzettino

L'INCHIESTA
MESTRE «Le inchieste della magistratura che hanno portato ad indagini ed arresti, l'ultimo in ordine di tempo riguarda Porto Marghera, sono il frutto del processo di esternalizzazioni attraverso un'estrema frammentazione del mondo degli appalti e dei subappalti che oggettivamente si presta alle infiltrazioni delle organizzazioni criminali». Così Francesca Re David, segretaria generale Fiom-Cgil, si è espressa in merito all'inchiesta sul caporalato fra le imprese di subappalto nel corso delle assemblee sull'ipotesi di accordo per il rinnovo del contratto nazionale nel cantiere navale di Fincantieri a Castellammare di Stabia.
«Non è più rinviabile - secondo la sindacalista - l'apertura del confronto con Fincantieri per determinare un nuovo modello organizzativo sugli appalti che ponga argine al sistema dei subappalti. Contemporaneamente occorre costruire protocolli di legalità per ogni stabilimento nelle Prefetture di riferimento in cui interagiscano tutti i soggetti preposti al controllo sui temi di salute e sicurezza, del rispetto delle leggi e dei contratti e di contrasto alle infiltrazioni criminali».
Nel mirino del sindacato c'è la suddivisione delle commesse fra le imprese che operano per conto delle grandi imprese, che rischia di creare sacche di illegalità nei rapporti con la manovalanza, che in base all'ipotesi accusatoria si trova di fatto costretta ad accettare di essere sfruttata pur di poter lavorare e garantirsi - nel caso dei lavoratori stranieri - il rinnovo del permesso di soggiorno. Per questo i sindacati chiedono che siano gli stessi committenti a darsi regole rigorose per garantire il rispetto della legge.
© RIPRODUZIONE RISERVATA