scarica l'app Telemat
MENU
Chiudi
12/03/2021

Lido di Arona, la minoranza all’attacco “Non bisogna vietare picnic e grigliate”

La Stampa - V.S.

il sindaco replica: "Una scelta per favorire il gestore"
Panino sì o panino no? La questione se cittadini e turisti potranno portarsi da casa cibo e bevande quando si recheranno al Lido di Arona ha tenuto banco nel corso dell'ultimo Consiglio comunale che è stato chiamato ad approvare il bando per la nuova gestione della spiaggia. L'area tornata in possesso del Comune dopo il lungo contenzioso con la Beach Side, precedente gestore, è già stata ripulita dall'amministrazione e dopo un anno di stop riaprirà in primavera sperando - virus permettendo - di poter essere fruita durante la stagione estiva. Il bando pubblico L'avviso pubblico indagine di mercato per procedura negoziata è stato da poco pubblicato sul sito del Comune. «E' un bando snello con poche richieste - ha spiegato il sindaco Federico Monti - in modo da velocizzare il procedimento e consentire la riapertura in breve tempo. Il gestore dovrà garantire la pulizia e manutenzione dell'area, compresi bagni e docce a uso pubblico e si occuperà dell'attività del bar ristoro e dei servizi di spiaggia attrezzata e salvamento. Il periodo di gestione sarà di un anno, rinnovabile per un solo altro. In seguito sarà emesso un ulteriore bando maggiormente elaborato per un lasso di tempo più lungo». I consiglieri del gruppo di minoranza Arona Domani durante l'ultima seduta si erano detti d'accordo in linea generale sulle caratteristiche della nuova gestione ma avevano chiesto che fosse eliminato il divieto di picnic e grigliate. «Saremo tolleranti» «Questo non è possibile aveva risposto il sindaco Monti -: si tratta infatti di una regola che tutela il gestore che trae la maggior parte dei suoi ricavi dal punto ristoro. Ciò però non toglie comunque una certa tolleranza: chi vorrà potrà sicuramente portarsi un panino, una piccola merenda o una bottiglietta d'acqua». - © RIPRODUZIONE RISERVATA