MENU
Chiudi
13/10/2018

Liceo Sannazaro, arriva la nuova preside Filippone “Un dovere impegnarsi”

La Repubblica

La nomina
, pagina V Il liceo classico Sannazaro ha un nuovo dirigente. Si tratta di Maria Filippone, attualmente anche preside del Genovesi, che da ieri ha ottenuto la reggenza del liceo del Vomero sostituendo Laura Colantonio, sospesa dal suo incarico con effetto immediato all'inizio della settimana. In cinque giorni il Sannazaro ha cambiato rotta: allontanata la vecchia preside, individuata la nuova. Un cambio della guardia che il direttore scolastico regionale, Luisa Franzese, ha voluto veloce, immediato. «In quella scuola deve tornare presto la serenità» ha spiegato. Così ha pubblicato a passo di carica un bando aperto appena qualche giorno perché i dirigenti degli istituti napoletani si candidassero alla reggenza della scuola finita agli onori delle cronache per le gite al mare e in piscina organizzate per fare posto, nelle aule, alle classi che non avevano un posto in cui stare. E mentre il bando era ancora aperto ha studiato le possibili soluzioni, ha fatto una prima scrematura tra le candidature. Poi la scelta è ricaduta su Mia Filippone, ed è stata resa pubblica nella mattinata di ieri. Mentre la Filippone era al suo posto, come sempre, nel liceo di piazza del Gesù, dove è arrivata qualche minuto prima del suono della campanella e già c'era chi si complimentava per il suo nuovo incarico, mentre lei si schermiva: «Niente di ufficiale. Attendiamo, attendiamo». La firma in calce al decreto con la sua nomina ancora non c'era, e dunque la preside Filippone poteva confidare: «Non ho mai partecipato ad un bando per una reggenza. È stata la mia prima volta. Ma in questa occasione si è trattato di senso civico. Avverto come un dovere, morale e civile, fare qualcosa per il Sannazaro. Offrire il mio contributo».
Quel che non dice, Mia Filippone, è che la sua candidatura era stata caldeggiata da più parti. E le sollecitazioni giunte perché si facesse avanti avevano cancellato le sue incertezze. Non le sue preoccupazioni. «Non sarà facile» afferma adesso. Non sarà facile affrontare «il problema logistico» e trovare gli spazi necessari ad ospitare le 53 classi del liceo (a fronte di 45 aule disponibili) o incastrare orari e turnazioni in modo da non scontentare nessuno. «Non sarà facile riuscire a soddisfare rapidamente le aspettative di quegli studenti e di quelle famiglie che in queste settimane si sono trovate nel caos. Ho apprezzato molto la lettera di studenti e genitori. La lettera che inizia con le parole di Piero Calamandrei». E che, pubblicata da "Repubblica" dopo la sospensione della vecchia dirigente, sottolineava che "questo è il momento più difficile per tutti noi" e invitava all'unità: "Ri-costruiamo una comunità educante". E non è facile neppure andare ad occupare il posto di una collega, pur stimata. «Laura Colantonio ha legittimamente fatto ricorso al Tar. Vedremo. Intanto va assolutamente ricucita, subito, la frattura interna alle componenti della scuola. Impresa impegnativa».
È possibile che Mia Filippone approfitti già oggi, giornata di chiusura del "suo" Genovesi, per affacciarsi nella presidenza del liceo vomerese. Dove c'è grande attesa per il suo arrivo. Tra i docenti, sia tra quanti avevano fatto quadrato attorno alla ex preside sia tra coloro che l'avevano contestata, e tra gli studenti, tra i quali serpeggia, ora, il timore per la notoria severità di Mia Filippone. Rigore e accoglienza sono la sua cifra. Il rigore supportato da un'autorevolezza mai smentita e l'accoglienza sostenuta da una sincera idea di scuola inclusiva e democratica.
Quando prese il liceo Genovesi, 5 anni fa, l'istituto storico di piazza del Gesù era sotto la scure di una minaccia infausta: la chiusura.
Contro la quale si erano mobilitati ex alunni e intellettuali, oltre che i comitati cittadini. A pochi mesi dall'inizio della gestione Filippone il liceo di piazza del Gesù si apriva al territorio, diventava un polo culturale e guadagnava nuovamente la fiducia delle famiglie e il prestigio appannato. Fiducia e prestigio che sono l'obiettivo, adesso, al quale puntare anche dall'alto della collina del Vomero. «Serve che ci si impegni per questa città» chiosa Filippone correndo verso scuola.

Foto: Dirigente Mia Filippone Studenti del liceo Sannazaro all'uscita di scuola. Nominata la nuova dirigente scolastica dopo settimane di polemiche.

Richiedi una prova gratuita

Compila il form per ricevere gratis e senza impegno tutte le gare profilate per il tuo settore