scarica l'app
MENU
Chiudi
13/10/2020

LENDINARA Riapre dopo nove mesi di stop il cantier…

Il Gazzettino

LENDINARA
Riapre dopo nove mesi di stop il cantiere per la costruzione della nuova tribuna del campo da calcio di via Perolari, un lungo lasso di tempo causato dalle difficoltà dell'impresa vincitrice dell'appalto e la riassegnazione a una nuova ditta che si era classificata seconda nella gara. La situazione di stallo finalmente si sblocca a circa un anno di distanza dall'avvio dei lavori, iniziati con la demolizione della vecchia e storica tribuna su cui sono passati generazioni di tifosi biancorossi. Un'operazione che ha portato non poca nostalgia negli sportivi lendinaresi, ma ritenuta necessaria per far spazio alla nuova tribuna poiché quella datata era stata dichiarata inagibile ormai da anni e non poteva più essere utilizzata.
DITTA IN DIFFICOLTÀ
Iniziati dunque nell'ottobre dell'anno scorso, i lavori sono andati avanti a passo spedito fino ad arrivare al livello del solaio del nuovo edificio per poi fermarsi a metà gennaio a causa delle difficoltà della ditta incaricata. L'impresa, una srl di Milano, ha poi comunicato l'impossibilità di far fronte agli impegni assunti e a metà febbraio l'ente locale ha disposto la risoluzione in danno del contratto. Come riferito dal sindaco Luigi Viaro anche in sede di Consiglio comunale, l'ente non ha avuto danni economici grazie alla riscossione della polizza, perciò il danno concreto consiste nel ritardo maturato nel poter condurre in porto l'opera. L'ufficio tecnico comunale a quel punto ha attivato la procedura per affidare i lavori alla ditta seconda classificata nella gara d'appalto, un raggruppamento temporaneo d'impresa con sede ad Este. Se già l'iter burocratico per poter arrivare a questo passo aveva richiesto diverse settimane per gli obblighi e i passaggi previsti dalla normativa, anche la fase di riassegnazione delle opere ha chiesto ancor più tempo.
PROBLEMA COSTI
La situazione sembrava già in fase di risoluzione nel mese di maggio, quando Viaro ne ha riferito al Consiglio comunale in risposta a un quesito posto dal consigliere di minoranza Fabrizio Pavan, ma in realtà sono passati altri mesi prima che gli operai potessero tornare a costruire la nuova tribuna. C'era infatti il nodo dei costi: la legge prevede che in questi casi la ditta che accetta di subentrare nella realizzazione dell'opera completi i lavori allo stesso prezzo proposto dalla ditta vincitrice della gara d'appalto, ed è questo probabilmente uno dei fattori ad aver portato la nuova impresa a temporeggiare, oltre alla necessità di concordare un aumento dell'importo del contratto concesso dall'ente per via dei costi relativi alle misure di contenimento del Covid-19. Una faccenda intricata, dunque, ma dopo alcuni solleciti si è arrivati infine alla firma del contratto e ora l'impresa incaricata sta predisponendo il cantiere che entrerà nel vivo nelle prossime settimane.
I lavori che costeranno nel complesso circa 423mila euro dovrebbero concludersi entro sei mesi, poi saranno necessari almeno altri due mesi per le pratiche necessarie a ottenere l'agibilità per la nuova tribuna. Salvo intoppi, dunque, i tifosi biancorossi dovrebbero poter riavere una casa e il calcio lendinarese tornerà a disputare gli incontri sul campo principale per l'inizio della prossima stagione sportiva.
Ilaria Bellucco
© RIPRODUZIONE RISERVATA