MENU
Chiudi
28/11/2018

Legali, parola ai dirigenti

ItaliaOggi - LUIGI OLIVERI

Nelle vertenze tecniche i politici non partecipano alle decisioni gestionali
I manager incaricano gli avvocati comunali
È il dirigente o il responsabile di servizio competente a incaricare il legale del comune. Chiarito dalle Linee Guida 12 che agli avvocati non è possibile conferire incarichi in via fi duciaria, presso gli enti locali si ripresenta un dubbio atavico, relativo all'individuazione del soggetto competente all'assegnazione dell'incarico. Questione che si intreccia, per altro, con la competenza relativa alla decisione se costituirsi o meno in giudizio. Questa seconda questione richiede una risposta articolata. Non tutte le vertenze, infatti, sono uguali. Ve ne sono alcune legate in modo molto stretto a questioni tecniche e connesse a decisioni di natura tecnica. Si pensi, ad esempio, a cause intentate da lavoratori davanti al giudice del lavoro o alle moltissime ipotesi di vertenze davanti alle commissioni tributarie o connesse a provvedimenti di annullamento, revoca o mancato rilascio di atti ampliativi (permessi, concessioni, contributi); o, ancora questioni relative al diritto di accesso o alla composizione di graduatorie di concorsi o appalti o concessioni. In questi casi, il principio della stretta connessione della competenza con l'esercizio della responsabilità delle decisioni, dovrebbe rendere evidente che la decisione di difendere in giudizio l'operato del comune non c'è ragione che sia adottata dagli organi di governo, in quanto non partecipi delle decisioni gestionali. Invece, nel caso di questioni giudiziali che investano decisioni di stretta competenza dell'organo di governo, come regolamenti, piani urbanistici, bilanci, atti di programmazione, è corretto che a pronunciarsi sull'opportunità di costituirsi in giudizio siano appunto gli organi di governo. Meglio se a disciplinare queste ipotesi ci pensi il regolamento sull'ordinamento degli uffi ci e dei servizi, tenendo presente che dirigenti e responsabili di servizio esercitano poteri discrezionali in quanto organi tecnici. Controproducenti ed inutili sono le «delibere di indirizzo» a costituirsi in giudizio: un modo per coinvolgere, spesso, la politica in questioni tecniche, per cercare una «copertura» che comunque l'esimente politica prevista nei giudizi contabili comunque non assicura, nonché un modo solo per appesantire i passaggi decisionali. Risolto il problema della decisione di costituirsi in giudizio, l'attrazione dell'incarico all'avvocato nell'ambito della disciplina del codice dei contratti, con chiara esclusione dell'ipotesi di incarico intuitu personae, non possono esservi dubbi: la competenza a conferire l'incarico, sia che lo si confi guri (non condivisibilmente) come prestazione d'opera professionale se singola prestazione di difesa in giudizio ai sensi dell'articolo 17 del codice dei contratti, sia che lo si inquadri come appalto di servizi ai sensi dell'articolo 140 del codice, è certamente del dirigente o responsabile di servizio. Infatti, la procedura selettiva (tale resta anche nell'ipotesi di affi damento diretto, che non è mai comunque fi duciario, ma solo un sistema di individuazione che eccezionalmente non richiede un confronto strutturato tra più offerenti) è gestita, come qualsiasi altro appalto, dal dirigente o responsabile di servizio, che aggiudica la prestazione e stipula il contratto. Non osta a questa conclusione inevitabile la circostanza che sia il sindaco a sottoscrivere il mandato ad litem, laddove lo statuto non riservi questa competenza alla dirigenza (scelta possibile e legittima, come ha sancito la Corte di cassazione sezioni unite civili, sentenza 16 giugno 2005 n. 12868). Infatti, la sottoscrizione del mandato ad litem non è l'atto col quale si costituisce il rapporto di servizio tra ente locale e legale, che discende, invece, dalla stipulazione del contratto di appalto di servizio. Il mandato è già atto esecutivo della prestazione dedotta nel contratto di servizio, che ne costituisce presupposto logico-giuridico. © Riproduzione riservata

Richiedi una prova gratuita

Compila il form per ricevere gratis e senza impegno tutte le gare profilate per il tuo settore