scarica l'app Telemat
MENU
Chiudi
04/09/2021

L’edicola di via Lionello sarà in stile Liberty: i disegni del Comune

Messaggero Veneto - Alessandro Cesare

Investimento da parte dell'amministrazione di 57 mila euro Chi si aggiudicherà la gara avrà la gestione per nove anni il bando
È stato pubblicato il bando per la concessione dell'edicola di proprietà comunale che sarà posizionata in via Lionello e, in queste ore, sono stati pubblicati, sul sito del Comune, anche i disegni.Come anticipato nel corso dell'ultima seduta di giunta dall'assessore Francesca Laudicina, la struttura troverà posto davanti al museo di Casa Cavazzini, in accordo con la Soprintendenza Fvg. Avrà una pianta ottagonale e sarà realizzata in stile Liberty, a fronte di un investimento pubblico di circa 57 mila euro. Chi si aggiudicherà il bando, gestirà l'edicola per i prossimi nove anni, a partire dal primo novembre 2021. Per quanto riguarda il canone mensile da corrispondere al Comune, a base di gara è stato fissato un importo minimo di 170 euro, che potrà essere oggetto di rialzo nell'ambito dell'offerta presentata. L'aggiudicazione sarà decisa sulla base della proposta economica più elevata, della capacità professionale del proponente (farà la differenza l'esperienza accumulata nella gestione di edicole e la loro ubicazione). E visto che questa nuova rivendita di giornali e riviste è destinata a sostituire quella di piazza San Giacomo, considerata inadeguata sia dalla Soprintendenza Fvg, sia dal Comune, nel bando viene espressamente indicata l'assegnazione di un punteggio aggiuntivo «ai soggetti destinatari di un provvedimento comunale di incompatibilità di manufatti considerati non in linea col decoro».Per la Soprintendenza l'edicola in questione ostacola la visuale del pozzo cinquecentesco della piazza. Una posizione condivisa da palazzo D'Aronco, che non ha rinnovato la concessione di occupazione del suolo pubblico. Una vicenda che si trascina dal 2019, da quando l'amministrazione comunale scelse la strada dell'ingiunzione di sgombero per liberare l'area, atto poi finito al centro di una disputa davanti al Tar e rimasto sospeso. In realtà già nel 2012 le Belle Arti giudicarono inopportuna la posizione dell'edicola, ma in quel caso la giunta di allora, guidata da Furio Honsell, non intervenne. Oggi, con il nuovo bando, si creeranno le condizioni per dare un'alternativa alla struttura di piazza San Giacomo. La domanda per la gestione della nuova rivendita di via Lionello dovrà essere presentata negli uffici comunali entro le 13 di lunedì 4 ottobre: le buste saranno aperto il giorno successivo. --Alessandro Cesare