scarica l'app
MENU
Chiudi
19/06/2019

Lecco pensa al nuovo lungolago

QN - Il Giorno

di FABIO LANDRINI - LECCO - IL NUOVO LUNGOLAGO di Lecco non sarà inaugurato dal sindaco Virginio Brivio. Questa è la prima cosa sicura. Ma intanto c'è il bando, anzi il Concorso Waterfront, aperto alle proposte progettuali per la realizzazione del nuovo lungolago cittadino. Si tratta di dieci chilometri da ridisegnare attraverso idee che valorizzino il contesto lacuale e urbano, con un'attenzione particolare alla sostenibilità e alla tradizione. L'idea è stata lanciata da Confcommercio Lecco, il Comune ha invece coinvolto gli ordini professionali degli Architetti e degli Ingegneri del territorio per garantire la partecipazione di professionalità italiane, ma non solo. «Un concorso fortemente voluto dall'Amministrazione comunale - sottolinea l'assessore all'Urbanistica Gaia Bolognini - per sollecitare nuove idee in grado di sposarsi con una progettazione sostenibile, relazionata al contesto, che tuteli e valorizzi le grandi emergenze naturali, la bellezza dei paesaggi, i valori da tutelare, che intercetti le esigenze e sappia cogliere le opportunità anche culturali della nostra città». «Un ringraziamento - indica Brivio - va all'Ordine degli Architetti, all'Ordine degli Ingegneri e a Confcommercio Lecco per il confronto costruttivo su un tema complesso e sfidante che consente di mettere a disposizione del territorio le migliori professionalità per progettare il nuovo volto di un pezzo importante di città». Il bando verrà pubblicato venerdì, si svilupperà in due fasi, la prima dovrà essere di stimolo per agganciare idee di fondo vincenti, verranno selezionate cinque proposte che avranno accesso alla seconda fase e dovranno sviluppare un progetto di fattibilità tecnica ed economica. Il Comune ha stanziato 77mila euro per i premi e si vincolerà per cinque anni al progettista vincitore. «Il bando segna la fine di un lungo periodo di gestazione di quest'iniziativa, ma anche l'inizio di un virtuoso percorso tra le istituzioni che hanno partecipato alla stesura del documento - spiega Giulia Torregrossa, presidente degli architetti lecchesi -. Il concorso per il lungolago diventerà così un'imperdibile occasione di confronto e di apertura ad un dibattito che coinvolgerà istituzioni, cittadini e professionisti sul futuro della città di Lecco».