MENU
Chiudi
30/12/2018

Le sfide del 2019 “Metrò, Zes, turismo arte e Universiadi così Napoli volerà”

La Repubblica - STELLA CERVASIO

I protagonisti Lo scenario
Politici, imprenditori e intellettuali indicano gli obiettivi per il nuovo anno
Turismo, cultura e Universiadi.
Musei che tirano fuori i pezzi forti dai depositi e diventano più accessibili. Una giustizia più giusta in nome della rapidità dei processi e una città con meno rischi dedita al contrasto della criminalità minorile. La battuta d'arresto nel piano per Bagnoli non tiene lontana dal "quaderno dei buoni propositi" l'idea che quella parte di città possa rigenerarsi e non restare confinata nei sogni irrealizzabili. I volti della Napoli che guarda al futuro dicono la loro, prevedendo che cosa accadrà ma soprattutto rivelando i loro progetti per il 2019. Per il missionario Alex Zanotelli la priorità è "far approvare una legge sull'acqua" e combattere "contro la chiusura dei porti agli immigrati", mentre il prefetto Carmela Pagano si occuperà della sicurezza nelle zone dove la criminalità incide di più sulla vita di tutti i giorni.
Criminalità di cui il procuratore capo Giovanni Melillo mette a fuoco lo stato reale, che delinea una situazione molto diversa da quella a cui molti ancora pensano.
Così come invoca un incremento dei controlli contro lo scempio dell'ambiente e del territorio. Ma soprattutto il capo della Procura si impegna «per assicurare la ragionevole durata del processo penale». All'amministrazione guidata da de Magistris spetta in primo luogo curare la vivibilità di cui devono godere gli abitanti: quest'anno non è stato dei migliori per i trasporti, per la mobilità.
«Punto e puntiamo - dice il sindaco - affinché il 2019 possa essere l'anno di un forte e progressivo miglioramento dei servizi». Da luglio, priorità Universiadi per la Regione, dichiara invece il governatore Vincenzo De Luca, prospettando cantieri per mezzo miliardo per strade e porti. L'imprenditrice Federica Brancaccio auspica «politiche di crescita» per evitare la fuga dei cervelli dal sud, un'eventualità che Domenico Ciruzzi, avvocato e presidente del Premio Napoli chiede con forza: «Auspico il rilancio di una nuova questione meridionale, con i ragazzi del Sud che si vantano di restare invece di partire». Registra un aumento significativo rispetto al 2017, in questo scorcio d'anno, il Ceo dell'Aeroporto di Capodichino, Armando Brunini.
Nuovo auditorium e decine di novità per il Mann di Paolo Giulierini: un anno, il prossimo, che non dirà di no alla cultura. Di che cosa stiamo parlando Che cosa vi aspettate dal nuovo anno per Napoli? Quali saranno gli obiettivi che cercherete di raggiungere? Sedici protagonisti che hanno ruoli dirigenti nella città guardano al 2019 che è in arrivo e provano a immaginare con "Repubblica" il futuro nei settori della politica, della cultura, della giustizia, dell'arte e delle attività imprenditoriali e produttive. La loro voce, le previsioni basate sull'anno che termina, analizzano le nuove prospettive per Napoli Il Comune Servizi migliori per rafforzare il turismo Luigi de Magistris Nel 2019, come sindaco e come amministrazione comunale, punto e puntiamo, con il contributo sempre più fattivo dei nostri concittadini, a consolidare il primato della crescita culturale e turistica della città, che dimostra sempre più la sua straordinaria potenza ed una energia umana e vitale davvero unica.
E punto e puntiamo affinché il 2019 possa essere l'anno di un forte e progressivo miglioramento della qualità dei servizi della nostra città, in modo da poter garantire una quotidianità sempre di maggiore vivibilità per i nostri concittadini e per i tantissimi turisti che hanno affollato nel 2018 e sono certo che continueranno ad affollare la nostra meravigliosa Napoli.
La Regione Parte a marzo il Piano lavoro e aprono i cantieri Vincenzo De Luca Lavoro, nuovi cantieri, Universiadi. Ecco il nostro 2019.
Tra marzo e aprile del prossimo anno il corso-concorso del Piano che consentirà a 10 mila giovani campani di entrare nel mondo del lavoro. Concorso gestito dal Formez, non dalla Regione. Piena trasparenza. Hanno aderito 271 Comuni e altri enti tra cui anche la Corte d'Appello di Napoli e quella di Salerno. Un anno di formazione, mille euro al mese. Poi stabilizzazione e graduatoria pubblica cui tutti potranno attingere. Aprono i cantieri (mezzo miliardo di opere) per rifare le strade, progetti già esecutivi), e quelli (con altri 180 milioni) per riqualificare tutti i porti della Campania escluso Napoli e Salerno. Infine, le Universiadi con 60 impianti ristrutturati, a cominciare dallo stadio San Paolo.
La Prefettura Quartieri sicuri lotta alla devianza giovanile Carmela Pagano Le priorità del 2019 sono: la sicurezza nei quartieri dove maggiore è la presenza della criminalità; il contrasto della devianza, del disagio giovanile e dell'evasione scolastica; l'attività di prevenzione per combattere le infiltrazioni malavitose nell'economia e negli enti locali. Da gennaio estendiamo a tutte le Municipalità cittadine i "tavoli di osservazione" già organizzati nel 2018 nel quartiere Vasto e a San Giovanni a Teduccio. Nei tavoli, accanto alle forze dell'ordine, sono coinvolti tra gli altri il Comune e le rispettive Municipalità, le associazioni, la Chiesa, le scuole, Confindustria, Confcommercio, Confesercenti.
Con un lavoro mirato tentiamo di garantire la maggiore sicurezza possibile e di rafforzare la coesione sociale.
Museo archeologico nazionale Nuovo auditorium più sale su Pompei e Magna Grecia Paolo Giulierini Il 2019 sarà l'anno del nuovo Mann, con le aperture delle sezioni Magna Grecia (30 maggio), Preistoria (30 giugno), il restyling delle sale pompeiane, il giardino della Vanella e una straordinaria sezione tecnologica su Pompei.
Puntiamo ad avere pronto subito dopo l'estate l'auditorium nel braccio nuovo. Saranno avviati i lavori per la sezione della statuaria Campania e il riordino dei depositi nei sotto tetti, detti Sing Sing. Tante le mostre in programma: "Canova" a marzo, gli "Etruschi" a maggio, gli "Assiri" a giugno, "Aspettando Thalassa" sull'archeologia marina, da settembre. Obiettivo visitatori? Superati i 600 mila e i 2.000 abbonamenti, mi appello alla scaramanzia napoletana, ma sono certo che continueranno a crescere premiando un'offerta importante di mostre ed eventi. Parco archeologico di Paestum Pubblico al centro con scavi, restauri e depositi aperti Gabriel Zuchtriegel Accessibilità, partecipazione e sostenibilità saranno i temi su cui il Parco archeologico lavorerà nel 2019. Laboratori e visite ai depositi ogni giorno, manutenzione, restauro e monitoraggio dei templi, riqualificazione del museo, dell'area archeologica e dell'ex stabilimento Cirio con i fondi europei, Cipe e Artbonus, nuovi scavi e mostre: in tutti questi progetti, cerchiamo di dare importanza alla partecipazione delle persone, cittadini e turisti, e alla qualità che rendono la fruizione del patrimonio una realtà vissuta e sostenibile.
Insomma, più qualità del servizio quotidiano di conservazione e valorizzazione: ogni giorno a Paestum deve essere un evento, un'esperienza. E cominciamo proprio il primo gennaio, quando saremmo aperti grazie al sostengo della Proloco Silarus. La Procura Processi più rapidi lotta alla camorra tutela ambientale Giovanni Melillo ineludibile.
Non meno prioritario è dare finalmente centralità nel dibattito pubblico al contrasto del crimine organizzato. Per farlo, occorre ripudiare le cantilenanti narrazioni che riducono la camorra ad ordinario fenomeno delinquenziale di un'area metropolitana segnata da disagio sociale ed emarginazione. La realtà è assai più grave e complessa. I principali cartelli camorristici oggi coincidono con sofisticate costellazioni di imprese, attorno alle quali si sviluppano invisibili trame speculative che avvolgono in una preoccupante spirale corruttiva pubbliche amministrazioni e gli attori professionali del più ampio circuito dell'economia illegale.
Riconoscere questa realtà è scomodo, ma decisivo per l'efficacia delle politiche di prevenzione e repressione della criminalità mafiosa.
Infine, lo scempio ancora in atto del territorio e dell'ambiente. Un'autentica calamità, alimentata da corruzione e debolezza delle funzioni di controllo, alla quale troppi guardano ancora con indifferenza e rassegnazione.

Il primo impegno, assolutamente urgente: assicurare la ragionevole durata del processo penale.
Un'analisi attenta dei dati nazionali rivela che i tempi della giustizia dipendono non solo dalle scelte legislative e dalle risorse disponibili, ma anche dalla capacità dei magistrati e degli avvocati di costruire nelle singole realtà giudiziarie modelli organizzativi efficienti. Quei medesimi dati da molti anni mostrano la particolare gravità della situazione napoletana, per durata media dei processi e per incidenza della prescrizione. Oggi, tuttavia, la Magistratura e l'Avvocatura napoletane condividono la necessità di cambiamenti profondi e di un impegno comune, faticoso e difficile, ma

La Federico II Un ateneo per i talenti di tutto il mondo
Gaetano Manfredi Il 2018 è stato un anno di grande impegno per l'Ateneo. È aumentato il numero di studenti che si immatricolano, testimoniando la fiducia delle famiglie nella qualità della nostra formazione. Sempre più aziende italiane ed estere vedono nella Federico II il loro riferimento con cui sviluppare ricerca e dai cui reclutare laureati. Il 2019 deve essere l'anno del consolidamento del ruolo della Federico II come grande opportunità per i giovani di talento da tutto il mondo.
Protagonisti della rivoluzione tecnologica con il Polo di San Giovanni e il Competence Center 4.0. Partner delle istituzioni culturali ai Girolamini, al Mann, a Pompei, a Capodimonte. Vicini ai bisogni delle persone con l'eccellenza del Policlinico e l'impegno verso i migranti ed i detenuti,

Napoli Teatro Festival

Una rassegna per la cultura dei giovani

Ruggero Cappuccio

Ogni essere umano nasce dotato di pulsioni. Crescendo fioriscono le emozioni, una miscela interiore di innatismo ed esperienza. I sentimenti invece sono frutto di una costruzione culturale. Il Napoli Teatro Festival che ho progettato per il 2019, sostenuto come sempre dalla Regione Campania, si propone come sorgente scenica per l'educazione sentimentale. Saranno potenziate tutte le sezioni dedicate alle giovani generazioni. Grandi maestri internazionali per arricchire l'orizzonte spirituale dei ragazzi di tutta Europa.
Un festival che confermerà gli ingressi gratuiti per le classi deboli, perché il paradosso italiano è che la cultura interessa soprattutto a chi non ha soldi: vogliamo combattere al fianco di chi ha le tasche vuote e il cuore pieno.Gli industriali Innovazione Alta Velocità e formazione
Vito Grassi Gli obiettivi del 2019, dal mondo delle imprese meridionali, sono quelli allineati con tutto il territorio nazionale: crescita, innovazione e lavoro su tutto. Sul tema della trasformazione digitale entreremo nel vivo dell'attività del Digital Innovation Hub, presidente Luigi Nicolais.
Sul territorio meridionale confidiamo nella partenza del Competence center. Analoga sinergia sul tema Infrastrutture: Alta Velocità Napoli - Bari Taranto - Lecce su tutte. In casa nostra, puntiamo al consolidamento dei nostri punti di forza del settore manifatturiero e della conquista di ulteriori spazi del mercato globale, del consolidamento dell'alta formazione. Confidiamo molto nelle Zes quali prototipi di semplificazione amministrativa e quindi burocratica.

La solidarietà

La nostra battaglia per poveri, migranti e legge sull'acqua

Alex Zanotelli

Primo obiettivo per il 2019 è far approvare una legge sull'acqua, che faccia rispettare finalmente il referendum: non si può fare profitto sull'acqua, è il bene supremo e deve tornare pubblico.
Poi faremo le nostre battaglie contro le leggi discriminatorie e la chiusura dei porti agli immigrati: è contro le leggi dei popoli e di Dio.
Saremo a Montecitorio una volta al mese per ricordare a tutti che è vergognoso quello che sta accadendo in Libia. Il terzo obiettivo riguarda Napoli: l'Albergo dei poveri deve funzionare davvero ed essere punto di riferimento per le 3mila persone che dormono in strada: non devono avere solo docce e bagni, ma dignità. Servono anagrafe, medici e avvocati. A Capodanno, intanto, riflessione sull'ambiente nella basilica di Sant'Antonio ad Afragola.
L'aeroporto Ora la vera svolta col metrò e 60 ml di investimenti
Armando Brunini Il nostro obiettivo è non arretrare nemmeno di un millimetro nella qualità del servizio fornita ai passeggeri.
Nei prossimi anni investiremo circa 60 milioni di euro nella nostra infrastruttura. Nel 2022 attendiamo l'apertura della stazione del metro nell'aeroporto. Un momento importante, la vera svolta. Le feste anche quest'anno sono andate benissimo, con il 10 per cento in più rispetto allo scorso anno. Chiudiamo il 2018 con un traffico pari a 9,9 milioni di passeggeri (più 16 per cento rispetto al 2017). Negli ultimi 5 anni gli indicatori della qualità al servizio al passeggero sono notevolmente migliorati. Nel 2019 il nostro network prevede 106 destinazioni collegate a Napoli con voli di linea diretti (15 nazionali e 91 internazionali).
Il porto Universiadi Zona speciale e dragaggi
Pietro Spirito L'anno che sta cominciando sarà ricco di sfide per i porti della Campania. Comincerà l'attività operativa della zona economica speciale. Serviranno le decisioni del governo per la semplificazione amministrativa e della Regione per la riduzione Irap e per la incentivazione sulla intermodalità ferroviaria. Entro la primavera si completeranno le operazioni di dragaggio, mentre inizieranno a novembre quelle nel porto di Salerno. Intanto saranno portate avanti le progettazioni per l'allungamento dei moli di soprattutto nei due porti per container e crocieristi. Avremo poi a luglio l'appuntamento delle Universiadi: il porto di Napoli sarà il luogo prevalente di residenza degli atleti. Stiamo lavorando per rendere più accoglienti le infrastrutture portuali partenopee.I costruttori Sbloccare subito il grande progetto per Bagnoli
Federica Brancaccio È indispensabile sbloccare il grande piano di rigenerazione urbana di Bagnoli e mettere a punto un modello di gestione efficace che renda strutturale il boom del turismo che ha investito Napoli, favorendo uno sviluppo organico dell'economia, preservando l'identità storica e culturale della città. Per l'edilizia, in particolare, è fondamentale riformare il codice degli appalti, solo così sarà possibile garantire l'effettiva spesa dei fondi pubblici per riqualificare e ammodernare città e periferie. Inoltre è di fondamentale importanza mettere in sicurezza e rendere più efficiente il patrimonio immobiliare pubblico e privato.
Quindi una stagione di collaborazione istituzionale più proficua. Infine, politiche di crescita che consentano ai nostri giovani di restare al Sud.

Museo di Capodimonte

Uno scrigno d'arte contro i demoni dell'intolleranza

Sylvain Bellenger

Nel 2019 spero che si faccia sentire sempre più forte ciò che noi Europei abbiamo in comune, piuttosto che le nostre differenze.
Spero che Capodimonte potrà continuare a crescere nella mente di Napoli e dell'Italia e che la sua ricchezza unica, d'arte, di verde, di cielo si sentirà sempre più eclatante. Spero che il lavoro della bravissima e coraggiosa squadra di Capodimonte raccoglierà i meritati frutti. Spero che la città e il quartiere continueranno a sostenerci. Spero che il Vesuvio continuerà a dormire con tutti gli altri demoni che complottano contro la ragione e la tolleranza.
Spero che si moltiplicheranno le panchine rosse e che l'infanzia sarà esonerata dalla brutalità. Spero che San Gennaro considererà ancora la nostra felicità come suo compito principale e nella pizza sospesa in tutti locali di Napoli.

Il Teatro San Carlo

Da un percorso virtuoso al sogno: il "Ring" di Wagner

Rosanna Purchia

Il nostro obiettivo per il 2019 è che il San Carlo continui questo percorso di crescita e di rigore. È la cosa che più mi ossessiona: per costruire ci vuole molto, ma per distruggere basta poco. E so quanto questo territorio sia pronto a distruggere. Voglio allontanare questo spettro dal Massimo che ha iniziato un percorso virtuoso nell'ultimo decennio e ha raggiunto risultati difficili se non impossibili, dal patrimonio ai debiti che non ha più. A gestire un fondo consistente sono bravi tutti, per gestire i soldi giusti servono invece sacrificio e tenacia. Ci vuole saggezza. Auguro quindi al San Carlo saggezza e buon senso.
Uno spettacolo che vorrei? Un grandissimo Wagner. Fare il Ring è un mito ma mi accontenterei anche di meno. Sui nomi non dico nulla, non porta bene.

Fondazione Premio Napoli

Rilanciamo la questione meridionale

Domenico Ciruzzi

Auspico per il 2019 Mimmo Lucano libero e Matteo Salvini con obbligo di soggiorno al Nord, assieme alla sua poliziesca giacca da grandguignol...
Più seriamente, auspico Il rilancio di una nuova "questione meridionale" e il diffondersi di una diceria che spinga i ragazzi del Sud a vantarsi di restare piuttosto che di partire. Nella mia funzione di presidente della Fondazione Premio Napoli, ottenuta l'assegnazione della sede a Palazzo reale, mi auguro che in tale spazio, altamente simbolico, possa realizzarsi un laboratorio culturale innovativo che possa interloquire con le periferie, attraendo anche investimenti privati per progetti sempre più significativi e concretamente incisivi.

Foto: Il sindaco Luigi de Magistris


Foto: Il governatore Vincenzo De Luca

Richiedi una prova gratuita

Compila il form per ricevere gratis e senza impegno tutte le gare profilate per il tuo settore